Seguici su

Cerca nel sito

Se ne va un pezzo della storia di Formia, il Castello Miramare sta per chiudere

Dopo quasi mezzo secolo di storia d'amore con Formia, il Castello Miramare chiude. A dare l'annuncio, sui social, la famiglia Celletti- D'Andrea

Più informazioni su

Formia – Quasi mezzo secolo, è questa la durata della “love story” tra la famiglia Celletti- D’Andrea– la stessa che, suoi social ne dà notizia-, l’hotel Castello Miramare e il popolo di Formia.

“Tutto nacque, infatti, nel 1972, dalla lungimiranza e dalla necessità di distrarsi del cavalier Angelo Celletti che– raccontano sui social gli albergatori- ebbe il coraggio di immaginare, in quello che era un rudere abbandonato a se stesso, sepolto tra grilli, cicale, rovi ed ortiche, quello che poi, l’amore di sua figlia Carla, lo hanno reso quello che è oggi: un fiore all’occhiello delle attività turistico alberghiere del Sud pontino.

Dal 1974, anno di apertura al pubblico ad oggi, sono trascorsi 44 anni; anni di dedizione al lavoro, di sacrifici, di rinunce ma anche di grandi soddisfazioni e gratificazioni.
Duole a tutti chiudere questo percorso – prosegue il post -ma la “chiusura” di chi ne ha la proprietà non ci consente di continuare. Un ringraziamento speciale va a tutto il personale e a tutti i clienti  che ci hanno scelto perché hanno contribuito a rendere grande il “Castello Miramare”.

Le motivazioni dietro la chiusura della location che ha fatto da cornice a migliaia di matrimoni e cerimonie, secondo voci di corridoio, infatti, sarebbero da attribuire alla scadenza del contratto di locazione e all’eventuale vendita dell’immobile.

Per ora, quello che è certo, e che chi vorrà rivivere il ricordo di una lunga tradizione e professionalità nostrana, potrà recarsi nelle altre strutture in cui la famiglia Celletti- D’Andrea continua a lavorare incessantemente.

In foto: il Castello Miramare

(Il Faro on line)

Più informazioni su