Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Ardea, R. Neocliti e E. Ludovici: “Trasparenza, legalità, onestà, sinonimi di buona amministrazione del bene pubblico”

I due Consiglieri di opposizione, informano i cittadini in merito ad una loro interrogazione consiliare presentata il 25/08/2018 - "Project Financing"

Ardea – “Nessun controllo sui soldi dei cittadini…paghiamo, paghiamo, paghiamo” – affermano i due consiglieri di opposizione, Edelvais Ludovici e Raffaella Neocliti per cui in merito alla trasparenza, legalità, onestà, che sono i valori portanti di una buona amministrazione del bene pubblico, ritengono opportuno informare, tramite un comunicato stampa, i cittadini di una interrogazione da loro presentata in data 25.09. 2018 a cui è seguita risposta il 24.10.2018.

comunicato stampa

L’interrogazione è sul “Project Financing” per la concessione degli impianti della pubblica illuminazione sul territorio comunale. La chiarezza non emerge da atti amministrativi che ci hanno indotto a riflettere, sull’inesattezza dei documenti stessi in quanto non conformi alla legalità economica-amministrativa e finanziaria, pertanto ci siamo sentite in dovere di chiedere Neoclitichiarificazioni in merito a quanto descritto sui documenti inerenti il Project Financing di cui sopra. Abbiamo interrogato l’amministrazione comunale di governo su alcune perplessità sorte durante lo stralcio della documentazione.

1-2-3-Visto “Stipula del contratto Project Financing per la concessione degli impianti della P.I. sul territorio comunale – affidamento definitivo del Project Financing al Gruppo Hera Luce srl-” Visto il contratto attuativo 3 prot. 308/17 del 29.01.2018 all’interno elenca le strade comunale di Lido dei Pini, quali via delle Pinete, via delle Palme,via dei Cipressi, via delle Mimose, Via dei Platani, Via delle Rose.
Nel contratto attuativo n. 6 viene inserita anche via delle Azalee, sempre in località Lido dei Pini. Visto il permesso a costruire rilasciato dal Comune di Ardea al Consorzio “Lido dei Pini Lupetta” per l’istallazione di pali di illuminazione che dovranno essere istallati secondo il Project financing del Comune. Nel permesso a costruire rilasciato dal Comune sono elencate le stesse vie riportate nei contratti attuativi. Per meglio delucidare le vie sopra elencate vengono illuminate dal Comune di Ardea e dal Consorzio Lido dei Pini Lupetta. Il Comune di Ardea, come ente amministrativo atto a tutelare legalmente i cittadini, perché non ha salvaguardato gli stessi, che già pagano le tasse per opere di pubblica utilità?

4-5-6-7: Questa sovrapposizione di interventi sulla pubblica illuminazione del territorio comunale, nello specifico Consorzio “Lido dei Pini Lupetta”, non è stata considerata dall’ufficio tecnico comunale? Come mai l’ente appaltatore non ha vigilato al punto tale da rendere trasparente la situazione? Di fatto, i costi degli interventi sulle suddette strade sono pagati dal Comune di Ardea o dai consorziati? Oppure dette opere sono pagate doppiamente dai cittadini?

Edelvais_LudoviciChi ha autorizzato il consorzio “Lido dei Pini Lupetta” a fare degli interventi sui pali della luce gestiti dal comune?

8-9. I pali gestiti dal Comune relativamente alle suddette vie ricadono anche nelle opere appaltate dal consorzio “Lido dei Pini Lupetta”, attraverso bando di gara, come può spiegare il Comune questa incongruenza?

A riscontro dell’istanza in oggetto il comune relaziona quanto segue:

1-2-3-Gli elaborati progettuali oggetto di contratto di Concessione prevedono l’attività di efficentamento sul totale di 3.148 pali di pubblica illuminazione comunali tra cui anche quelli istallati sulle seguenti strade (via delle Rose n. 06 pali, via delle Azalee n. 06 pali, via delle Palme , n. 06 pali, via dei Cipressi n. 06 pali, via delle Mimose, n. 06 pali, via dei Platani, n. 06 pali , via delle Tamerici , n. 06 pali), per un totale di 36 pali rientranti nel Consorzio Lido dei Pini Lupetta……………..””…………..gli stessi saranno oggetto di stralcio dal progetto di concessione Hera Luce srl agli stessi patti e condizioni contrattuali, e saranno eventualmente oggetto di intervento su altre strade comunali secondo indicazione che dovrà dare l’amministrazione”.

4-5-6-Non risultano sovrapposizioni di costi e spese per la collettività, in quanto il progetto del consorzio “Lido de Pini Lupetta” è stato oggetto di approvazione così come presentato dal Consorzio stesso, (con istallazioni di pali su tutte le strade consortili per l’intera lunghezza), mentre la porzione di impianti di competenza comunale composta da un totale di n. 36 pali , saranno oggetto di scomputo o nuovi lavori su altri tratti stradali comunali”.

8-9 “E’ doveroso puntualizzare che la scelta di realizzare nuovo impianto di pubblica illuminazione sulle strade consortili è scelta esclusiva deliberata dai consorziati, tanto è vero che il progetto esecutivo completo di elaborati è stato autonomamente presentato dal presidente del Consorzio Lido dei Pini Lupetta per quanto di competenza (Consorzio stradale)“.

La risposta a questa interrogazione pone altri interrogativi, pertanto non avendo ricevuto una risposta prettamente esaustiva, ci siamo prefissate l’obiettivo di andare avanti e cercare risposte non solo dall’amministrazione comunale, anche da altri enti preposti già all’attenzione dell’interrogazione ed ora portati a conoscenza dell’istanza fornita dall’amministrazione comunale. Arriveremo alla punta dell’iceberg, visto il controllo che faremo anche agli alti consorzi del Comune di Ardea. Siamo ben liete di fare una proposta all’amministrazione comunale in quanto la stessa addita ai consiglieri di minoranza e naturalmente parliamo di noi di “non fare proposte”.

Chiediamo all’amministrazione comunale, visto che i 36 pali da istallare presso Lido dei Pini Lupetta dovranno essere stralciati dal progetto di concessione di Hera Luce srl e perché già istallati dal Consorzio Lido dei Pini Lupetta, se gli stessi potranno essere istallati presso altre vie del territorio comunale, prive di illuminazione. Quando parliamo di sicurezza urbana facciamo riferimento alla capacità di prevenire e affrontare un insieme di eventi diversi che coinvolgono la sicurezza di infrastrutture, beni e persone. Si tratta di un aspetto molto sentito dai cittadini , soprattutto per quanto riguarda i fenomeni di criminalità comune. Questo per garantire una migliore vivibilità alle persone, vista l’insicurezza che attanaglia il territorio nello sconforto di vivere con la paura di essere aggrediti, derubati, rapinati.

Pertanto chiediamo all’amministrazione di governo di informarci sull’andamento decisionale e sull’installazione dei 36 pali che l’amministrazione deve stralciare ed istallare in altre vie del territorio comunale non illuminate. Se ciò non dovesse avvenire, ed avverrà lo scomputo, l’amministrazione di governo dovrà rendere chiara e trasparente ai cittadini l’ operazione dello scomputo. Restiamo in attesa.

Grazie

La legalità, la trasparenza e l’onestà rendono l’uomo libero” – I Consiglieri Edelvais Ludivici  (ClGpA) e Raffaella Neocliti (PpA).

 

(Il Faro on line)