Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Halloween, ecco le ricette più caratteristiche

Un menù completo per rendere spaventoso e terrificante il pranzo o la cena della notte delle streghe

Più informazioni su

La festa di Halloween ha ormai fatto il giro del mondo e da decenni ha preso piede anche in Italia sebbene le sue origini si ritrovino all’interno della tradizione celtica. La parola Halloween infatti deriva dal nome scozzese All-Hallows-Eve che corrisponde al nostro Ognissanti.

E’ una festa dove è facile divertirsi con ricette dal tema horror semplici da realizzare. Nel menù non può mancare la famosa zucca (chiamata nei paesi anglosassoni Jack-o’-lantern, per ricordare la leggenda dell’irlandese Jack e il suo incontro con il diavolo), preparando una torta, un risotto cremoso, zucca e verza o fare il pane di zucca.

Oppure altri alimenti prettamente autunnali, come il melograno, ad esempio con la sua classica spremuta che richiama il colore del sangue. I bambini amano moltissimo questa festa e si prestano molto volentieri anche nella preparazione di mostruose ma deliziose pietanze insieme agli adulti.

Infatti realizzare un menù che spazia dall’antipasto al dolce fino alla merenda è davvero semplicissimo, bastano un po’ di manualità e tanta fantasia, e poi, diciamolo, internet in questo caso aiuta moltissimo.

Il menù di Halloween

Merenda da brividi

Sangue e denti di vampiro (Spremuta di melograno con chicchi di melograno all’interno);
Fantasmini di banana (Mezze banane e gocce di cioccolato);
Minizucche di mandarini (Mandarini e tocchetti di sedano).

H2

Antipasto: mummie rustiche e dita mozzate

Un classico degli antipasti: bastano dei miniwurstel, una confezione di pasta sfoglia, un tuorlo, maionese, olive nere e kutchup. Per le mummie: si taglia a striscioline la pasta sfoglia, si arrotola ogni miniwurstel con una strisciolina lasciando libera una sola parte per il viso. Spennellare con tuorlo d’uovo. Infornare per 12-13 minuti a 200 gradi. A cottura ultimata, con il tubetto di maionese fare i due puntini per gli occhi, e gustare ben calde. Spaventosamente squisite!!

H3

Per le dita mozzate: lessare i miniwurstel per 5 minuti in acqua bollente, scolare e posizionarli su un piatto in modo da formare le dita di una mano tagliando i pezzi in eccesso. Tagliare un lembo del wurstel all’altezza dell’unghia dove va posizionata una mezza oliva nera. Schizzare le parti terminali con il kutchup e via… buon appetito! Un terrificante e delizioso “finger” food!

H4

Primo piatto: vellutata di zucca malefica

Ingredienti: 1,3 kg di zucca pulita, 3 patate medie, 1 l di brodo vegetale, una cipolla, 30 gr di burro, parmigiano, olio.

Tagliate la cipolla a pezzetti e fatela sbiancare nel burro con un po’ di olio di oliva in una pentola capiente. Tagliate la zucca sbucciata e le patate a tocchetti piccoli e unitele alla cipolla.

Fatele rosolare rapidamente a fuoco medio. A questo punto aggiungete il brodo fino a coprire il contenuto della pentola e fate cuocere fino a quando patata e zucca non si saranno completamente disfatte. Frullate ad immersione direttamente nella pentola il tutto fino a farlo diventare omogeneo.

Servite nei piatti aggiungendo un filo di olio a crudo. Con il parmigiano potete creare la “faccetta malefica”. Al posto delle patate è possibile utilizzare la maizena o la fecola di patate. Un piatto mostruosamente delicato!

H5

Primo piatto: Strozzapreti infernali

Ingredienti: 1 spicchio di aglio, acciughe, capperi, olio d’oliva, 400 g di strozzapreti, peperoncino piccante (solo per gli adulti), 200 g di pomodori.

Per il sugo soffriggere l’aglio in una padella con l’olio, le acciughe e il peperoncino; quindi aggiungere i pomodorini a pezzetti e lasciare cuocere il tutto a fiamma moderata per almeno 15 minuti aggiungendo anche i capperi, fino ad ottenere un bel sughetto denso.

Nel frattempo far cuocere gli strozzapreti in una pentola d’acqua salata e scolateli al dente. A questo punto, mettere gli strozzapreti nella padella con il sugo e fate saltare il tutto per due minuti. Un sapore unico e diabolico!

H6

Secondo piatto: frittata di ragnatela

Ingredienti: 4 uova, sale, olio, parmigiano, maionese in tubetto, olive nere.

Ricetta facilissima: iniziare con una semplice frittata: sbattere le uova con sale, parmigiano ed eventualmente se gradite erbe aromatiche a scelta. Mettere sul fuoco e rigirare al tempo la frittata.

Una volta impiattata effettuare il disegno di una ragnatela sulla superficie con il tubetto di maionese; tagliare le olive nere a metà per il corpo del ragno e in striscioline per le zampe. Orrendamente gustosa!

H7

Secondo piatto: ossa di scheletro

Ingredienti: 4 braciole di maiale con l’osso, zucca, erbe aromatiche, cipolla, olio, pepe.

Piatto semplicissimo: cuocere le braciole sulla piastra con una cottura al sangue, mentre in una padella si fa scaldare un po’ d’olio con la cipolla. Aggiungere la zucca e le erbe aromatiche a scelta e lasciar andare a fuoco medio fino alla totale cottura. Impiattare le braciole con la zucca aromatizzata al lato, spruzzata di pepe e stop. Un gusto da panico!

Dessert: torta zucca bigusto

Ingredienti: 400 gr farina, 300 gr zucchero, 3 uova, ½ bicchiere olio di semi, 1 bicchiere di latte, 1 bustina di lievito, succo e buccia di mezzo limone, cacao in polvere.

Sbattere insieme uova e zucchero e quando ben montato aggiungere l’olio, il latte e il limone. Inserire la farina e il lievito e amalgamare bene. Versare metà composto nello stampo zucca. All’altra metà del composto aggiungere il cacao in polvere. Versare nello stampo sopra la parte bianca e infornare a 170 gradi per circa 35 minuti.

Lasciare raffreddare la torta e toglierla dallo stampo. Per la decorazione esterna: ricoprire la torta con cacao in polvere e con gli smarties, minitorroncini e girelle di liquirizia formare dei piccoli ragnetti, la panna da montare per riempire i fori di occhi, naso e bocca della forma. Un dessert di un agghiacciante bontà!

H8

H9

Vino: anime affogate

Ingredienti: vino Malvasia Nera – Vecchia Torre, succo di mela, cannella , zucchero di canna, mele intagliate (porzioni a piacere).

Mescolare bene il vino con un po’ di succo di mela, un pizzico di zucchero e di cannella. Intagliare i pezzettini di mela con la punta del coltello per ricavare gli occhi e la bocca. Immergere i pezzi di mela nel liquido, lasciare riposare per un ora e poi servire nei calici. Una paurosa e divina bevanda!

H10

Queste divertenti ricette (vino e peperoncino a parte) sono perfette anche per i bambini e per organizzare al meglio un pasto in compagnia degli ospiti più misteriosi: streghe, vampiri, spettri, orchi, draghi e spiriti accorrono al terrificante banchetto!

Come ogni anno, la notte del 31 ottobre le case iniziano ad adornarsi di lanterne a forma di zucca e grandi e piccoli vanno in giro travestiti da mostri per le strade, bussando di porta in porta, gridando all’unisono “Dolcetto o scherzetto?”. Ma la risposta sarà sempre la stessa: un orripilante ma appetitoso dolcetto!

H11

(Il Faro online)

Più informazioni su