Seguici su

Cerca nel sito

La Lazio fa poker. Spal battuta e quarto posto in classifica confermato

Doppietta di Immobile. Poi, vanno in gol Cataldi e Parolo.

Calcio – La Lazio torna a vincere e convincere davanti il proprio pubblico nel turno di andata della XI di campionato. Quattro gol inflitti alla Spal non lasciano molti commenti in una partita dove le “Aquile” della Capitale, hanno saputo tirare fuori gli “artigli” per agganciarsi al quarto posto, condiviso in condominio con il Milan che, anche ieri sera, in extremis, a tempo abbondantemente scaduto, dopo i minuti di recupero concessi, riusciva ad avere la meglio contro il Genoa.

Una partita, quella con la Spal, che ha riservato in campo belle sorprese. Da Cataldi che, non può essere paragonato, certamente, a Leiva, primo perché di giocatori come il brasiliano ce ne sono pochi in giro per il mondo, secondo perché i due modi di giocare ed occupare quella parte del campo, sono diversi. Cataldi è, sicuramente, più distributore di gioco, Leiva, più incontrista e fisico. Ma, rivedere in campo Cataldi giocare con personalità, siglando un euro gol, crediamo abbia fatto molto piacere ai tifosi laziali e soprattutto, allo stesso ragazzo nato e cresciuto in casa Lazio. Soddisfazione questa condivisa anche da tutti i giocatori e da Mister Inzaghi che ha riversato fiducia nel giovane.

In campo si è rivisto dopo tanto tempo, Lukaku. Bel ritorno il suo, anche in prospettiva delle prossime partite in coppa e campionato, dove Simone Inzaghi avrà più scelta sulla fascia sinistra.

Ed ora, archiviata con merito la partita di campionato con la Spal, ci si appresta ad affrontare giovedì prossimo in casa, l’Olympique De Marseille. In questa occasione, la Lazio vincendo archivierebbe anche la pratica qualificazione nel suo girone di Europa League.

 

InzaghiSimoneS. Inzaghi –Tutte le partite vanno giocate, i ragazzi sono stati bravi dopo aver subìto il gol del pari senza patire il contraccolpo psicologico. I ragazzi, invece, sono rimasti uniti e compatti e sono riusciti a rispondere ristabilendo le distanze con la seconda rete di Immobile. Le critiche costruttive le accettiamo e possono aiutarci a crescere: personalmente ho ascoltato quel che ci è stato detto, poi abbiamo analizzato la gara di lunedì scorso ed oggi abbiamo svolto un’ottima prova. I tre punti di oggi erano molto importanti per noi in termini di classifica. Sergej Milinkovic è in crescita ed ha offerto una buona prestazione come nelle ultime tre uscite stagionali. Oggi ha portato al nostro centrocampo qualità e quantità: è in ritardo sotto il punto di vista realizzativo, ma per fortuna ci sono gli attaccanti per segnare. Il serbo ci sta dando molto in fase di non possesso, sono contento delle sue prestazioni. Patric ha sempre avuto la mia stima, stava bene in settimana ed era concentrato per il match di oggi: ero in dubbio, non sapevo chi scegliere tra lui e Marusic. Anche il montenegrino mi aveva dato garanzie, ma ho scelto lo spagnolo. Il numero 6 biancoceleste ha messo in campo grande determinazione, voglia e qualità: vanta doti tecniche molto importanti, credo sia stata una scelta giusta”

Spal_Mister SempliciSemplici – “In partita fino al gol di Cataldi, poi il match è cambiato. Scorie dopo la sconfitta casalinga di domenica scorsa? No, questa partita è diversa rispetto a quella contro il Frosinone. Il nostro percorso è pieno di insidie e sappiamo qual è il nostro obiettivo. A centrocampo eravamo in grande emergenza. Non siamo riusciti a chiudere bene in fase difensiva, troppi spazi concessi, può accadere. La Lazio è una grande squadra e hanno qualità per metterti in difficoltà“.

 

 

Tabellino LAZIO SPAL

LAZIO (3-5-2): Strakosha; Wallace, Acerbi, Radu; Patric, Parolo, Cataldi, S. Milinkovic (74′ Berisha), Lulic (62′ Lukaku); Caicedo (59’Correa), Immobile. Panchina: Proto, Guerrieri, Luiz Felipe, Caceres, Bastos, Durmisi, Marusic, Murgia, Luis Alberto. Allenatore: Simone Inzaghi.
SPAL (3-5-2): V. Milinkovic; Bonifazi (46′ Cionek), Vicari, Felipe; Lazzari, Everton (80′ Dickmann), Valdifiori, Missiroli, Costa;Petagna, Antenucci.
Panchina: Gomis, Thiam, Simic, Nikolic, Vitale, Viviani, Floccari, Moncini, Paloschi. Allenatore: Leonardo Semplici.
Arbitro: Marco Guida
Assistenti: Passeri – Fiore
IV uomo: Piccinini
NOTE. Ammoniti: 19′ Acerbi (L), 57′ Everton (S), 69′ Felipe (S), 76′ Cionek (S) Recupero: 1′ pt, 2′ st
Marcatori: 26′ Immobile (L), 28′ Antenucci (S), 35′ Immobile (L), 59′ Cataldi (L), 70′ Parolo (L)