Seguici su

Cerca nel sito

Mondiali, il sogno più bello, Crescenzo campione del mondo

Nel suo kumite di tenacia e talento, il karateka dell’Esercito ha piazzato un ippon a pochi secondi dal termine del combattimento. Felicissimo, ha vinto la sua medaglia d’oro. All’esordio iridato

Il Faro on line – Alla fine c’è stata la favola in Spagna. Nel Regno del karate del WiZink Center, strapieno di persone, Angelo ha realizzato il suo sogno. Quello che tutti vogliono raggiungere. Quello che toglie il sonno.

E quello che fornisce i punti preziosi per la qualifica olimpica. E Crescenzo ha ipotecato il pass e il biglietto aereo per Tokyo 2020. Se l’è messa al collo la sua medaglia dorata. Ed è diventato campione del mondo nei 60 chilogrammi. Il talento, ormai affermato e indiscusso, del Centro Sportivo Olimpico Esercito, ha vinto a Madrid.

Ha rosicchiato punti durante il match riprendendo costantemente il suo avversario nipponico Naoto Sago e alla fine a pochi secondi dal termine ha piazzato il 5 a 2 finale per ippon, salendo sul primo gradino del podio. Guidato a bordo tatami dal suo allenatore Salvatore Loria, ha ringraziato tutti. Ha salutato i suoi compagni di squadra sugli spalti e ha mandato laggiù un bacio speciale.

Non poteva esserci esordio migliore. Non esiste esordio più bello. Alla prima partecipazione iridata, Angelo ha vinto il titolo. E’ stata l’ultima medaglia di giornata per l’Italia. Sono 4 oggi gli allori vinti e nelle categorie individuali. E Angelo ha colorato di azzurro il cielo su Madrid.

Tokyo è più vicina.