Seguici su

Cerca nel sito

Poker di medaglie per l’Italia, Crescenzo campione del mondo

Aspettando le finali a squadre di domani, gli azzurri si prendono 4 medaglie a Madrid. Un oro, un argento e due bronzi. Punti preziosi per la qualifica olimpica

Il Faro on line – Quattro medaglie oggi dalla prima giornata dedicata alle finali. Aveva cominciato Laura Pasqua, la sfida italiana al podio iridato. La karateka azzurra non è riuscita a conquistare il bronzo, ma può vantare un buon quinto posto al Mondiale, per i 61 chilogrammi.

E’ proseguito poi il programma dei match e il secondo azzurro a scendere sul tatami è stato Luigi Busà. E per lui, la medaglia iridata è stata quella del color argento. Alla settima finale mondiale per il “Gorilla di Avola”, si è messo al collo il terzo argento iridato nei 75 chilogrammi. Già due volte campione del mondo non è riuscito a fare il triplete. Ma in vista delle Olimpiadi, Busà può sognare in grande.

Ecco allora il kata individuale sul tatami. Viviana Bottaro e Mattia Busato hanno vinto la finale per il terzo posto, piazzandosi sul podio con l’alloro di bronzo. E la gioia Italia è proseguita con Angelo Crescenzo. Per il campione dell’Esercito il sogno si è avverato. L’oro mondiale lo ha voluto e cercato. Ecco allora, la favola. Primo sul podio nel 60 chilogrammi del kumite.

Toccherà alle squadre domani a Madrid. Gli azzurri del kumite maschile giocheranno per il bronzo, come i team del kata maschile e femminile.

Le Olimpiadi sono ad un passo.

Foto : Fijlkam