Seguici su

Cerca nel sito

Olimpiadi, Calgary si ritira, Malagò: “Si può vincere”

Lo dichiara il Presidente del Coni, dopo il risultato del referendum a Calgary. Si ritira la città canadese dalla candidatura. Unica opponente al sogno, la Svezia

Il Faro on line – Una grande opportunità per l’Italia. Calgary si chiama fuori dalla corsa alle Olimpiadi Invernali del 2026. C’è Stoccolma adesso, unica avversaria.

E’ il responso arrivato dal Canada, la notte tra il 14 e 15 novembre. La popolazione canadese della cittadina che ospitò i Giochi già nel 1988 ha negato il suo consenso alla candidatura a Cinque Cerchi. Il 54,6% dei votanti ha detto no. Di poco vicina la percentuale invece di chi, le avrebbe volute. O almeno di chi avrebbe voluto esserci, sul tavolo del Cio, il prossimo mese di giugno. 43,6, il punto uscito dalla votazione del referendum indetto.

Ci saranno invece l’Italia e la Svezia. Dopo la cocente delusione di Roma 2024, il Bel Paese ci riprova e trova nella coppia Milano – Cortina, la rivalsa contro il destino. Intanto i canadesi aspetteranno la giornata di domani, quando il risultato della consultazione sarà ufficializzato. Tuttavia, la città probabilmente si è già dichiarata sfavorevole.

Dovrebbe ritirarsi allora Calgary. E Roma avrebbe un’avversaria in meno un dossier già ampiamente applaudito dal Comitato Olimpico Internazionale: “Se si gioca la partita, si può vincere”. In questo modo, il presidente del Coni Giovanni Malagò ha commentato il probabile ritiro del Canada. Come indica Corrieredellosport.it, il massimo esponente dello sport tricolore ci crede.

A giugno 2019, il verdetto. Alla prossima sessione del Cio.