Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Alberi per il futuro a Tarquinia, ecco il programma dell’evento

Domenica 18 novembre il M5S Tarquinia invita alla festa nazionale degli alberi attivisti e amanti della natura presso il bosco urbano

Tarquinia – In occasione della Festa nazionale degli alberi, il 18 novembre presso il bosco urbano avrà luogo l’evento organizzato dal Movimento 5 Stelle Tarquinia “Alberi per il futuro“.

Il programma dell’evento prevede:

  • l’appuntamento alle ore 9.30 presso il bosco urbano
  • alle ore 10 partirà un’iniziativa Plastic Free per le strade dell’area circostante il bosco, raccogliendo la
    plastica dispersa dal vento dei giorni scorsi
  • alle ore 11 ci saranno i lavori di manutenzione e sostituzione delle piante mancanti
  • alle ore 13.30 il pranzo al bosco urbano.

“Secondo il Ministro dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare, Sergio Costa, piantare un albero è un modo per rafforzare il senso di comunità, un’occasione in cui tutti insieme ci si prende cura del territorio.” Cosi scrive in una nota il Movimento 5 Stelle Tarquinia.

“E’ noto che ogni albero assorbe circa 15 kg di CO 2, produce ossigeno per 2,5 esseri umani, blocca le polveri sottili, incamera ozono e migliora il microclima, per questo creare boschi urbani e barriere vegetative  a fianco di zone di grande scorrimento aiuta a contenere l’inquinamento sia dell’aria che quello acustico“.

Alberi per il futuro 18 nov 18

“Chi pianta un albero mette radici nel futuro – prosegue la nota – solamente un anno fa sono state piantati 130 alberi creando il primo bosco urbano recuperando un’area comunale abbandonata, piena di rifiuti, che oggi, grazie all’impegno di tanti volontari, risulta completamente cambiata.

Un risultato ottenuto grazie al  lavoro degli attivisti ed alle donazioni dei cittadini che hanno creduto nel nostro progetto.

Le piante scelte sono autoctone – scrivono gli attivisti – con altezza di 180 cm, sughere, lecci, cipressi e alcuni alberi da frutto, come il corbezzolo e il giuggiolo. Al centro dell’aera un’agorà che servirà in futuro per il posizionamento di panchine e arredi urbani.

In questo anno ci siamo presi cura del bosco tenendo pulito, annaffiandole e tagliando l’erba. Il risultato eccezionale ha ripagato tutti gli attivisti del progetto: il 97% delle piante ha attecchito.

Anche quest’anno – chiude la nota – sarà un’ iniziativa senza alcuna bandiera politica e aperta a tutti“.

(Il Faro Online)