Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Ardea, continuano i problemi nelle scuole: aule al freddo, i riscaldamenti non funzionano

I Consiglieri Comunali L. Ludovici (Lega), Raffaella Neocliti (PpA) e il Consigliere Regionale Laura Corrotti (Lega), sono intervenute sull'ennesimo disagio riscontrato nelle scuole.

Ardea – Ancora le scuole a fare cronaca nel Comune di Ardea. Dopo la chiusura della scuola d’infanzia S. Antonio, richiesta  dai Vigili del Fuoco a seguito del loro intervento della scorsa settimana, oggi il problema nelle aule didattiche ha riguardato gli impianti di riscaldamento che non sono stati attivati. In merito a questo ulteriore disagio, sono intervenuti i Consiglieri Comunali, Luana Ludovici (Lega), Raffaella Neocliti (PpA) e il Consigliere Regionale, Laura Corrotti (Lega).

Sono stata contattata questa mattina da alcune mamme dei bambini che frequentano le scuole di Ardea – dichiara  Luana Ludovici (Lega) – perché lamentavano la mancata attivazione dei termosifoni nei plessi scolastici in una giornata dove il freddo comincia a farsi sentire. Mi sono subito attivata, – prosegue Luana Ludovici – presso l’ufficio tecnico del Comune, dove venivo rassicurata che personale addetto stava facendo il giro delle scuole per monitorare la situazione degli impianti e per ripristinare al più presto il servizio di riscaldamento dei locali didattici“.

Oggi, – dichiara Raffaella Neocliti (Ppa) – ho ricevuto una telefonata da una mamma sempre presente nelle scuole, che ha votato 5 stelle sperando nel cambiamento. Mi chiede se io ho notizie, sull’asilo, sui termosifoni, sui bagni non funzionanti. Rispondo, no. Nessuno ci aggiorna! E lei…. Neanche a noi. La scuola fa segnalazioni, il comune non risponde, né riceve, né interviene. A questo punto mi chiedo perché questo muro di omertà verso un sindaco palesemente incapace. Perché i Genitori sono disposti ad accettare tutto?

Eppure, sono tante le volte che ho visto manifestare in passato contro la vecchia amministrazione, questi stessi Genitori per un vetro rotto…. Ed oggi, – continua Neocliti –  perché è sceso questo velo di omertà? Vuoi vedere che il Sindaco ha ragione e che quella “mafia” di cui parla tanto in TV presente ad Ardea esiste davvero? Eh si, perché, l’omertà di molti genitori che in passato protestavano, tra l’altro giustamente, “quelli di prima” per qualsiasi cosa non regolare nelle scuole, oggi, in ragione di un loro atteggiamento “silente” davanti ad un’amministrazione incapace di gestire il bene comune e che non riesce a garantire ai loro figli quanto spetta loro di diritto,  fa pensare proprio ad una pratica molto usata da soggetti mafiosi. 

Non sto dicendo che i genitori dei ragazzi delle scuole sono mafiosi, dico solo che, quegli stessi genitori, a quelli di prima non facevano passare nulla, oggi, al contrario, non abbiamo ancora registrato nessuna loro protesta nei confronti del Sindaco e della sua Giunta, nonostante che, dall’inizio del loro insediamento ed in particolare, da quest’anno accademico 2018/2019 le scuole di Ardea sono state oggetto di diverse problematiche, senza dimenticare quelle dell’anno passato. A questo punto, posso solo pensare che, chi non reagisce si merita questo Sindaco e questo trattamento, per cui, forse ora ad alcuni cittadini di Ardea, va bene continuare a bucare le gomme e spaccare i cerchioni per le strade disastrate; continuare a tenere i bambini a casa o pagare scuole private; continuare a far sentire freddo ai bambini nelle scuole e soprattutto continuare a non avere risposte“.

A chiosa del suo intervento, la Necoliti si rivolge al Sindaco e alla Maggioranza -“I nuovi assessori che fanno? Consiglieri di maggioranza, assessore ai LLPP presidente di commissione LLPP e servizi educativi, perché i termosifoni a scuola non funzionano? Non avevate risistemato a settembre 2017 le caldaie? Devo ripubblicare i post dei vostri amici? Perché quest’anno non avete collaudato gli elementi? Avete scaricato il gasolio? Qualcuno risponda

Anche il Consigliere Regionale della Lega, Laura Corrotti, già intervenuta la scorsa settimana ad Ardea per avere un confronto con il Sindaco sui problemi relativi alle scuole e nello specifico, riguardo la chiusura della Scuola d’infanzia S. Antonio, è tornata oggi sul problema e ha avuto ragguagli dal primo Cittadino, in merito ai sopralluoghi che il personale tecnico sta facendo presso la scuola su indicata. A seguito degli accertamenti in essere, domani in giornata dovrebbe arrivare al Sindaco una relazione dello stato dei luoghi, ovvero, un documento dove si leggerà se gli gli stessi si possono dichiarare idonei alla ricezione delle persone.  Se tutto questo dovesse avere un esito positivo, mercoledì prossimo la scuola dovrebbe riaprire.

A questo punto è compito del Sindaco, tenere informati i diretti interessati riguardo qualsiasi decisione lo stesso dovesse prendere in merito al ripristino o meno, del servizio scolastico.

 

(Il Faro on line)