Seguici su

Cerca nel sito

Ostia allagata ma i lavori per nuovi pozzetti partono solo ora

Strade allagate dalle piogge intense delle ultime ore. In ritardo rispetto alla stagione e forse con problemi tecnici si costruiscono nuovi pozzetti

Ostia – Ostia sommersa dalle acque piovane ma i nuovi pozzetti ad assorbimento sulle strade si faranno solo nei prossimi giorni. E, a causa delle precipitazioni, i lavori rischiano di essere rimandati.

Ostia

E’ stata firmata la determina dirigenziale dei divieti di sosta per consentire i lavori per la costruzione di nuovi impianti drenanti. Le opere saranno realizzate in queste vie:

Piazza Alberto Alessio, in Lungomare Duca degli Abruzzi (tra Via delle Ancore e Via Carlo Avegno), in Via Carlo Avegno, in Lungomare Duca degli Abruzzi (all’ingresso della Casa della Salute), in Via Vasco de Gama (dal civico 13 all’intersezione con Via Capitan Consalvo), in Via Cardinal Ginnasi (da Via Vincenzo Vannutelli per metri lineari 30 in direzione Viale Capitan Consalvo), in Via Mar dei Sargassi (dal civico 60 al civico 52). In queste zone è stato istituito il divieto di sosta con rimozione.

Ovviamente il maltempo e, soprattutto, gli allagamenti rischiano di far saltare il piano: impossibile per gli operai effettuare escavazioni e operazioni di sistemazione se l’area interessata dall’intervento è inondata dalle acque piovane. Le opere saranno eseguite entro il 31 dicembre prossimo.

I lavori sul lungomare avviati davanti alla Casa della Salute

I lavori sul lungomare avviati davanti alla Casa della Salute

Impossibile sapere quale sia il costo dell’operazione e neanche ottenere dettagli sull’impresa esecutrice. Sul sito istituzionale, infatti, l’unico appalto che nel 2018 può riguardare la materia è quello assegnato alla Enea Appalti per 365mila euro (ribasso del 32,28%). Si tratta di “Appalto di manutenzione ordinaria delle canalizzazioni delle acque piovane, manufatti fognari, impianti di sollevamento, fossi, cunette e pozzetti assorbenti” ma dobbiamo risalire al 25 gennaio di quest’anno. Difficile credere che sia riferito a questo intervento che, nel caso, arriverebbe a distanza di dieci mesi. Se, invece, sono stati fatti altri appalti, questi non sono stati pubblicati sul sito istituzionale e l’assenza di trasparenza sarebbe quanto meno criticabile.

L’8 agosto, poi, è stato affidato l’incarico professionale all’architetto Simone Ferretti per 4.605 euro come Coordinatore per la sicurezza in fase di esecuzione l’appalto “Lavori di pulizia, bonifica ed integrazione di pozzetti assorbenti su aree stradali prospicienti stazioni metro” del X Municipio. Anche di questo appalto non si hanno tracce.