Seguici su

Cerca nel sito

Cardinale: “Civitavecchia paga ancora la sciatteria dei suoi vecchi amministratori”

Il consigliere del M5s: "Civitavecchia deve sapere che nel 2018 è chiamata a pagare i debiti e gli insoluti di anche 10 anni prima"

Civitavecchia – “Ancora una volta la mala gestione del passato viene pagata dalle tasche dei cittadini di oggi. E’ stata approvata in Giunta una transazione fra il Comune di Civitavecchia e la Cooperativa ‘Lavoro solidarietà e lavoro‘: l’ente pagherà 54mila euro a fronte di una richiesta ben più alta grazie al buon lavoro dell’avvocatura e degli uffici”.

E’ quanto dichiara Salvatore Cardinale, consigliere Comunale del M5S di Civitavecchia, che in una nota precisa: “Il contenzioso riguarda il servizio mensa e gli anni fra il 2008 e il 2011, compreso un pasto dato ai 700 migranti che poi furono allocati alla caserma De Carolis in via emergenziale e mai pagato”.

“Questo il metodo di amministrare la città e i conti pubblici dell’ex Sindaco Moscherini e della sua Giunta. E pensare che qualcuno, Massimiliano Grasso, nel 2014 lo presentava alla città come uno dei suoi “assi” da calare in campagna elettorale”, aggiunge il consigliere pentastellato.

Civitavecchia deve sapere che nel 2018 è chiamata a pagare i debiti e gli insoluti di anche 10 anni prima. Questo purtroppo è stato un accadimento frequente in questo mandato di amministrazione del Movimento 5 Stelle: pagare la sciatteria dei predecessori, saldare i debiti di chi ha amministrato la cosa pubblica con un pressapochismo incredibile… e pensare che si auto-definiscono competenti”, conclude Cardinale.

(Il Faro online)