Seguici su

Cerca nel sito

Scuole chiuse ad Ardea, gli alunni “invadono” il Comune e l’ufficio del Sindaco diventa un’aula

La protesta pacifica delle mamme in Municipio: "Siamo stanche delle molteplici prese in giro da parte delle Istituzioni"

Ardea – Ieri mattina, molte mamme dei bambini della scuola d’infanzia S. Antonio, si sono recate presso lo studio del Sindaco nella casa Comunale, per manifestare il proprio dissenso riguardo il protrarsi della chiusura del plesso scolastico su indicato.

I genitori dei bambini

Bambini Aula Sindaco_2018_12_03_Foto2“A oltre due settimane dalla chiusura della scuola S. Antonio, – dichiarano alcuni genitori presenti con i propri figli presso la sede Comunale -, siamo stanchi delle molteplici prese in giro da parte del Sindaco, del dirigente scolastico e chi per loro che, in un gioco dello ‘scarica barile’, cercano di scrollarsi di dosso le proprie responsabilità. Ciò per cui, non lasceremo l’ufficio del Sindaco fino a quando non ci verrà garantita per iscritto una soluzione adeguata al problema esistente”.

SavareseIl Sindaco

Il Sindaco, da parte sua, dice che lui ha fatto e sta facendo tutti i passi necessari per fare in modo che la scuola riapra il prima possibile o quanto meno, si trovi una soluzione alternativa per i bambini. “La scuola per quanto ci riguarda – dichiara il Sindaco Mario Savarese – poteva aprire 10 gg fa. Stiamo attendendo il benestare della ASL da cui abbiamo ricevuto una comunicazione scritta, dalla quale si evince che stanno facendo tutte le dovute valutazione per riaprire, almeno, una parte della scuola (clicca qui)”.

I Consiglieri di opposizione

Luana Ludovici_2Era presente a sostegno delle mamme il consigliere, Luana Ludovici (Lega). “Resterò insieme alle mamme qui nello studio del Sindaco – dichiara L. Ludovici – fino a quando non verranno date certezze del giorno di apertura della Scuola S. Antonio o dell’eventuale collocazione dei bimbi, attualmente costretti a stare a casa per inagibilità del plesso scolastico, presso altra struttura idonea ad ospitarli. Inoltre, mi preme precisare – conclude L. Ludovici – che sono ancora in attesa che l’Amministrazione prenda in considerazione la mia mozione relativa al problema esistente della scuola S. Antonio”(clicca qui).

Neocliti“Vergognoso quanto sta accadendo nella nostra città – dichiara il Consigliere Raffaella Neocliti (Forza Italia) – Sono vicino alle famiglie che stanno vivendo il disagio che comporta la chiusura della scuola materna Sant’Antonio oramai da due settimane, senza riuscire ad avere notizie o soluzioni da parte dell’amministrazione. Stamane le mamme hanno portato i bambini nell’ufficio del sindaco. Un sindaco assente sul territorio, forse troppo impegnato ad interviste televisive piuttosto che a dare risposte alle nostre famiglie.

Siamo inoltre in un periodo pre-natalizio dove, soprattutto, nelle scuole materne si porta avanti quella tradizione che ha fatto del Natale la festa per eccellenza per i bambini. I nostri piccoli non vivranno questa atmosfera questo Natale. No ai lavoretti, no alle recite, no alle poesie, no ai regalini. Non posso accettare questa superficialità da parte di chi ci governa, questa inefficacia, questa mancanza totale di comunicazione.

Condivido l’azione delle mamme. Portare i bambini in via Garibaldi  5 farà capire al Sindaco l’emergenza che si sta vivendo, ma allo stesso tempo ricordo che la struttura comunale è pericolante, come dichiarato pochi mesi fa dal sindaco in persona.  Non capisco quindi come si permetta a bambini e genitori di restarvi. Mi appello alla maggioranza, quanto ancora vorrete prestare il fianco a questa situazione?”

(Il Faro on line)