Seguici su

Cerca nel sito

L’Ostiamare cade all’Anco Marzio, è il Lanusei a vincere

1 a 0 al secondo tempo e dopo un paio di occasioni sfortunate dei gabbiani. Momento no dei biancoviola. Mercoledì di nuovo in campo. Trasferta con il Flaminia

Ostia – Momento no per l’Ostiamare che, nonostante un’altra gara di buon livello, esce sconfitta dal match giocato all’Anco Marzio contro il Lanusei.

Era tanta la voglia di riscatto, e di tornare al successo, dopo i ko con Avellino e Sff Atletico, per i ragazzi di Greco, tutti desideri che si sono infranti sulle due clamorose traverse colpite nel match (da Ferrari e da Martorelli).

Il rigore di Quatrana, trasformato al 23′ della ripresa, ha regalato invece il successo al Lanusei di Gardini. Mercoledì si torna in campo nel turno infrasettimanale che vedrà i lidensi scendere in campo al ” Madami ” contro il Flaminia.

Gara molto equilibrata e combattuta nella prima frazione, con il Lanusei che ha cercato di affacciarsi per primo, nell’area avversaria. Le uniche conclusioni, però, dei primissimi istanti di match, sono arrivate dalla distanza con Bernardotto e Chiumarulo, senza problemi però per Giannini. Ben più pericolosa, invece, la conclusione di Demontis al 12′, ma altrettanto decisiva la respinta in angolo di Giannini, strepitoso nell’intervento con la mano di richiamo.

Scampato il pericolo, è l’Ostiamare a proporsi con grande efficacia, soprattutto sulla sinistra con Colantoni, pronto a recapitare come sempre palloni tagliati nel cuore dell’area. La chance più ghiotta, per i biancoviola, arriva però, sempre con il tiro dalla distanza. Al minuto 30, terrificante la bomba di Ferrari, la palla però sbatte in pieno sulla traversa. Sfortunata l’Ostiamare. Poco dopo ci sono anche le proteste, veementi, dei ragazzi di Greco, per un tocco di mano in area, ma l’arbitro braidese Gandolfo fa proseguire. Queste le emozioni principali di un primo tempo che va in archivio sul parziale di partenza.

Si riparte, dopo la pausa, e la Dea bendata decide ancora una volta di non togliersi la benda. Al minuto 6, infatti, sugli sviluppi di corner, conclusione volante di Martorelli e palla in pieno sulla traversa a La Gorga battuto. Davvero una giornata stregata per i ragazzi di Ostia.

Doppio pericolo scampato dal Lanusei che al 23′ trova l’episodio per portarsi via la posta in palio. Sempre dagli sviluppi di corner, Quatrana cade in area. Il tocco sembra non essere così evidente, ma per il direttore di gara piemontese è calcio di rigore. Dal dischetto lo stesso numero 10 dei sardi non sbaglia e regala il vantaggio al team di Gardini.

Punita oltremodo un’Ostiamare che, ha disputato una gara di grande grinta e determinazione. Tanto che anche nel finale, De Iulis impatta bene di testa ma la palla, dopo aver fatto la barba al palo, finisce fuori.

Finisce 1 a 0 per la squadra sarda, ora bisogna “rimanere lucidi” come detto dal mister a fine gara e andare a Flaminia con grande volontà di interrompere questo periodo negativo.

Campionato Nazionale Serie D, Girone G (16^ Giornata)

Ostiamare – Lanusei 0-1

Ostiamare: Giannini, Di Iacovo (30’st Olivetti), Colantoni, Pedone, Pieri, Martorelli, Cabella, D’Astolfo, De Iulis, Attili, Ferrari. A disp.: Barrago, Sarrocco, Calveri, Bellini, Galli, Pellegrini, Ceccarelli, Lazzeri. All.: Greco.

Lanusei: La Gorga, Carta (24’st Righetti), Bonu, Jo. Tenkorang, Congiu, Girasole, Nannini (18’st Likaxhiu), Demontis, Bernardotto (41’st Ja. Tenkorang), Quatrana (35’st Sicari), Chiumarulo. A disp. Marci, Kovadio, Esposito, Mastromarino. All. Gardini.

Arbitro: Gandolfo di Bra.

Marcatore: 23’st Quatrana (rig., L).

Foto : Ostiamare Lido Calcio Srl

(Riccardo Troiani – Ufficio Stampa Ostiamare Lidocalcio)

(Il Faro on line)