Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Sassi dal cavalcavia sulla Roma-Fiumicino

Sui social la fotodenuncia di un tassista: "Mi hanno lanciato un sasso dal cavalcavia che porta a Parco Leonardo"

Fiumicino – E’ ancora buio quando Diego, un tassista, si sta recando all’Eur per accompagnare all’aroporto alcuni passeggeri. Percorre la Roma-Fiumicino, per l’appunto in direzione Eur, quando un boato lo costringe a frenare. Attorno a lui non c’è nessuno: né camion o altre automobili.

La sua è la unica vettura in carreggiata. Dopo pochi istanti realizza quanto accaduto. Il parabrezza si è crepato, come se un qualcosa di grosso e appuntito lo avesse centrato.

“Mi hanno lanciato un sasso”, pensa il tassista voltandosi. Alle sue spalle il cavalcavia che conduce a Parco Leonardo.

“Non c’era nessun altro in quel momento sulla Roma-Fiumicino. Ero da solo – racconta Diego a ‘Il Faro online’ -. All’inizio avevo pensato potesse essere un sassolino alzato da un camion o da un autobus, a volte succede. Ma le crepe sul vetro erano troppo grandi e profonde per essere procurate da un sassolino”.

WhatsApp Image 2018-12-11 at 20.39.44 (1)Quella che era una supposizione si trasforma in certezza dal meccanico: “Ti hanno lanciato un sasso. Queste crepe ne sono la prova”, gli dice l’addetto che gli cambia il vetro.

Rimane, tuttavia, da capire come sia possibile lanciare un sasso dal cavalcavia che porta a Parco Leonardo. La struttura, infatti, presenta una grata molto alta. “Tornando indietro ho notato dei buchi nella rete”, afferma Diego descrivendo il ponte.

Dell’imprevisto, fortunatamente, rimane solo un grande spavento, con Diego già pronto a ricominciare la sua normale attività.

Quello che continua a preoccupare, al di là degli accertamenti sul caso specifico, è proprio il fenomeno dei sassi dal cavalcavia sulle principali arterie del Lazio.

(Il Faro online)