Seguici su

Cerca nel sito

Roma, per sistemare le buche delle strade interviene l’esercito

La sindaca Raggi: "L'Esecutivo ha stanziato i fondi per rifacimenti e trasporto"

Roma – “Una grande vittoria per Roma e i romani. Il Governo sta mantenendo le promesse, ha stanziato i fondi per il rifacimento delle strade, ulteriori fondi per il trasporto pubblico. Verrà impiegato l’esercito e il genio militare” per rifare le strade di Roma.

Così la sindaca di Roma, Virginia Raggi. Oggi Il Messaggero ha riportato la notizia dell’accordo per usare l’esercito per le buche di Roma contenuto in un emendamento alla manovra approvato in Senato. La stima dei lavori è di 240 milioni di euro.

I lavori potrebbero interessare 200 chilometri di strade romane. “Chiaramente è solo l’inizio – ha detto Raggi -. Il Governo ha stanziato ulteriori fondi anche per il trasporto pubblico, vediamo finalmente un Governo che è interessato alle sorti della capitale. Ringrazio l’assessora Margherita Gatta. Ringrazio il ministro Trenta e il vice ministro Castelli che hanno supportato la richiesta di Roma”, ha spiegato Raggi.

FdI: “Raggi dimostra di essere incompetente”

Ma se la sindaca esulta, FdI commenta con pareri negativi l’intervento dell’esercito:”Con un emendamento alla manovra, il M5S ha deciso che sarà l’Esercito a tappare le buche di Roma. I militari, che possono essere impiegati in attività di questo tipo unicamente in caso di eventi eccezionali come terremoti o alluvioni, saranno costretti a scendere in campo per rimediare all’incapacità dell’amministrazione grillina. I Cinquestelle ammettono che il loro sindaco Raggi è una calamità naturale per Roma e i romani”, ha scritto su Facebook il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni.

Dello stesso avviso anche Salvatore Deidda, deputato di Fratelli d’Italia e capogruppo in Commissione Difesa, che ha dichiarato: “Sono stato il primo ad elogiare alla Camera le capacità del Genio Militare nell’affrontare le emergenze e le calamità naturali ma trovo assurdo rivolgersi all’Esercito per sopperire ad emergenze ataviche come quella delle buche del manto stradale di Roma dovute all’incapacità gestionale di una amministrazione comunale“.

“Se non ci fosse da piangere, davanti a certe proposte, ci sarebbe da chiedersi se gli stessi proponenti 5 Stelle non ritengano una catastrofe l’Amministrazione Raggi tanto da dover delegare le Forze Armate. In attesa di capire meglio come sarà portata avanti questa loro idea di lavoro, non ci resta che ironizzare ricordando che i militari sono sì dei servitori della Patria ma vanno valorizzati, addestrati e attrezzati e non utilizzati per tappare i buchi di chi fallisce“, ha aggiunto.

“Un’offesa alla storia della Capitale”

Esercito tappabuche è un’offesa per il ruolo e la storia. Ho inviato una interrogazione urgente al ministro Trenta perche’ serve chiarezza”. A dichiararlo, in un comunicato, è il senatore Bruno Astorre, segretario del Pd Lazio.

Il ministero della Difesa smentisca la sindaca Raggi che, senza vergogna, dichiara che le strade della Capitale saranno rimesse a posto dall’esercito italiano che e’ impegnato in altre missioni oltre che e a dare sostegno ai cittadini che hanno subito il terremoto. La sindaca non si faccia commissariare dal governo-amico. Rispetti le leggi – ha aggiunto Astorre – e non mortifichi l’esercito per coprire, non le buche, ma le incapacità della sua Amministrazione. Esprimo la più sincera solidarietà ai nostri militari che svolgono un lavoro straordinario e sono un’eccellenza italiana invidiata nel mondo”.

(Il Faro online)