Seguici su

Cerca nel sito

I sorrisi dei bambini conquistano Parco Leonardo fotogallery

Al Centro Commerciale di Fiumicino una mattinata dedicata ai bimbi meno fortunati

Fiumicino – Sono gli sguardi pieni di stupore dei bambini a rendere speciale in Natale: occhi spalancati traboccanti di un mix di emozioni e sentimenti. Il tutto meravigliosamente incorniciato da migliaia di luci.

Si potrebbe sintetizzare così l’evento “Regala un giocattolo, regala un sorriso“, svoltosi domenica mattina presso il Centro Commerciale di Parco Leonardo.

Ad essere protagonisti sono stati i bambini meno fortunati che risiedono nel territorio di Fiumicino. A loro è stata dedicata una mattinata magica: grazie alla partecipazione di MTDA, l’accademia di musica e danza di Parco Leonardo, ha coinvolto i piccoli ospiti con uno spettacolo di Natale (fatto di canti, musiche e balletti) portato in scena dai loro stessi coetanei.

Poi, il culmine della mattinata: l’incontro con Babbo Natale. Sorrisi e abbracci tra i bambini e Santa Claus, e anche qualche lacrima di commozione da parte dei più grandi, hanno fatto da sfondo alla consegna dei regali. Giocattoli e dolciumi sono stati donati ai bimbi provenienti da diverse parti del mondo unite insieme.

Dopo la consegna dei doni, infatti, ai piccoli e alle loro famiglie è stato offerto un buffet con pizzette, tramezzini, dolci e bevande.

Un “evento multietnico”, così come è stato definito dal direttore de “Il Faro online“, Angelo Perfetti, nato da un’idea di questo quotidiano web e realizzato grazie alla collaborazione col Comitato di quartiere Parco Leonardo, con l’assessorato di Anna Maria Anselmi ed i Servizi sociali del Comune di Fiumicino, il Centro Commerciale Parco LeonardoTeleperformance Italia, Auchan e Gori Immobiliare

“Vedere le persone felici è quello che conta, e per renderlo possibile è bastato poco”, dice Antonio Canto, presidente del Comitato di quartiere Parco Leonardo, che in una nota ha aggiunto: ” Con poco si possono ottenere grandi risultati. È stata come una maratona, dopo tanto correre ti senti frastornato, affaticato, ma nel dubbio comunque continui a correre. Come un esame all’università, un attimo prima del voto ti senti quasi svenire, poi quando tutto è finito sopravviene la stanchezza. È così che mi sono sentito domenica dopo gli emozionanti momenti vissuti assieme ai bambini e le loro famiglie, dopo che tante persone si sono mosse tutte insieme come un’onda unica, abbracciandosi e sorridendo per condividere attimi di grande sensibilità”.

“Le parole di Angelo Perfetti mi hanno molto colpito: ‘È un evento multietnico’. Verissimo, perché la solidarietà non ha colore o nazione, nessuno deve rimanere da solo, soprattutto a Natale. Questa è la nostra mission”, sottolinea Canto.

“Come Comitato di quartiere facciamo quello che possiamo, ci siamo riorganizzati per rispondere a tutte le esigenze e le richieste che ci arrivano dai residenti. È questo il nostro scopo: ascoltare e rispondere. Evitiamo polemiche sterili e confutiamo esternazioni di personaggi che fino ad oggi la collettività ha ampiamente ignorato”, ha aggiunto il presidente del Comitato di quartiere.

Parco Leonardo  ha le stesse necessità di ogni altra località del territorio, è questo il punto fondamentale. Le persone hanno bisogno di servizi, eventi che creino uno spirito comunitario e di sicurezza. Hanno bisogno di ricostruire la fiducia. Non serve altro, non c’è bisogno di qualche don Chiscotte in cerca di notorietà – ha concluso Canto -. Un comitato deve credere nel gruppo, nella collettività e nel prossimo, senza pregiudizi, solo con la voglia di fare bene, ricordando che lo facciamo come volontariato”.

Le foto sono state scattate in luogo pubblico e la partecipazione all’evento è stata volontaria

(Il Faro online)