Seguici su

Cerca nel sito

Collari d’Oro, la consegna dei riconoscimenti al Coni foto

Una suggestiva cerimonia alla Casa delle Armi. Malagò sottolinea l’appartenenza e l’identità di un movimento che nel mondo vince. Giorgetti ha rassicurato nella bontà della Riforma. Premiate Arianna Fontana, Mara Navarria e Alessia Zecchini

Il Faro on line – La festa dello sport italiano ieri mattina al Coni. Nel consueto appuntamento annuale, a pochi giorni dal Natale, della consegna dei Collari d’Oro e le Palme al Merito Sportivo, i campioni e le campionesse tricolori hanno avuto in dono il riconoscimento più importante dello sport italiano.

Merito di quel coraggio che solo un atleta è in grado di mostrare in gara. E allora ecco il podio. Olimpiadi, Mondiali ed Europei. Ha introdotto la giornata un commosso e appassionato Giovanni Malagò. Il Presidente del Coni ha descritto il prestigio di un movimento che nel mondo vince e convince, con l’augurio che in futuro possa prendersi ancora quelle soddisfazioni che insegue: “Oggi più che mai è importante ricordare cosa è stato e cosa ha fatto il Coni – ha dichiarato il Presidente, come indica la nota del Coni – è un esercizio da fare col cuore, la coscienza e la mente. Una storia sicuramente di grande successo, che ha onorato il paese, come nessun’altra istituzione”.

Ha sottolineato quindi l’appartenenza. Dello stemma e dei valori. Il Tricolore del Coni famoso in tutto il mondo: “La mia speranza è che il Coni rimanga il Comitato Olimpico più importante del mondo”. E Malagò ha poi ringraziato gli atleti, i tecnici e i dirigenti presenti.

Anche Luca Pancalli, presidente del Comitato Paralimpico Italiano, sulla scia dello stesso discorso di Malagò, ha voluto onorare con le sue parole, uno sport paralimpico che è un vanto italiano: “E’ un atto di riconoscimento per gli straordinari atleti olimpici e paralimpici – ha sottolineato Pancalli – i nostri atleti ricevono questo Collare a nome anche dei tanti che coltivano una speranza e che sono in un letto di ospedale. Con fatica ci siamo conquistati un pezzo di dignità”.

Un orgoglio particolare da mostrare e diffondere allora, lo sport paralimpico. Sport e società sono strettamente legati in questo ambito e Pancalli ha espresso il desiderio che i ragazzi disabili possano un giorno calcare i podi internazionali, in vena di rinascita.

E’ poi intervenuto, il Sottosegretario allo sport del Governo, Giancarlo Giorgetti. Ha espresso i suoi complimenti ad uno sport italiano sempre vincente: “Sono qui con molto rispetto e una grande emozione nel vedere campioni che ammiravo in tv da ragazzo – ha detto il Sottosegretario – qui c’è l’eccellenza degli atleti – ha proseguito Giorgetti, come indicato dal sito ufficiale del Coni – quelli che sono riusciti ad arrivare a grandi risultati, opportunamente si premiano anche tecnici e dirigenti che hanno dato il loro contributo”. Ha poi parlato della Riforma in atto nei confronti del sistema sportivo italiano, rassicurando sulla bontà della Riforma: “Spero in una collaborazione che sono sicuro sarà armoniosa, sperando che la riforma che abbiamo immaginato sia compresa, attuata e possa dare benefici. Con questo spirito, auguro allo sport italiano tanti successi. E’ importante che il Coni autonomo sia il Comitato Olimpico migliore al mondo”.

Ha indicato poi che sport e politica possano delineare un rapporto armonioso e che possono realizzare traguardi ambiziosi insieme.

Come indicato dal sito ufficiale del Coni, di seguito gli elenchi dei premiati :

Questo l’elenco dei premiati, al netto delle assenze per motivi legati a indifferibili impegni personali e/o agonistici: Michela Moioli (Sport Invernali, Snowboard Cross), Sofia Goggia (Sport Invernali, Sci Alpino – Discesa Libera), Marcella Filippi (Pallacanestro, 3×3), Andrea Cassarà (Scherma), Andrea Anastasi, Lorenzo Bernardi, Luca Cantagalli (Pallavolo).

Collare d’Oro al Merito Sportivo

Atleti

Arianna Fontana (Sport del Ghiaccio, Short Track – 500 metri), Raelin Marie D’Alie, Giulia Ciavarella, Giulia Rulli (Pallacanestro, 3×3), Francesco Molinari (Golf, Vincitore Torneo Major – The Open Championship), Mara Navarria (Scherma, Spada individuale), Alice Volpi (Scherma, Fioretto individuale), Alessio Foconi, Daniele Garozzo, Giorgio Avola (Scherma, Fioretto a squadre), Filippo Mondelli, Andrea Panizza, Luca Rambaldi, Giacomo Gentili (Canottaggio, quattro di coppia), Ruggero Tita, Caterina Marianna Banti (Vela, Nacra 17), Kiara Fontanesi (Motociclismo, Motocross), Francesco Bagnaia (Motociclismo, Moto2), Francesca Lollobrigida (Sport Rotellistici, 14 titoli Mondiali), Alessia Zecchini (Pesca Sportiva e Attività Subacquee, 4 titoli Mondiali Immersione in Apnea).

Campioni del Mondo prima del 1995

Pietro Mennea (Atletica Leggera, alla memoria), Alberto Alberani Samaritani, Silvio Baracchini, Romeo Collina, Gianni De Magistris, Massimo Angelo Fondelli, Alessandro Ghibellini, Sante Marsili, Paolo Ragosa, Mario Rosario Scotti Galletta, Roldano Simeoni (Pallanuoto, 1978), Roberto Calcaterra (Pallanuoto, 1994), Marco Galli (Pallanuoto, 1978 – alla memoria), Andrea Lucchetta, Marco Martinelli, Roberto Masciarelli (Pallavolo, 1990), Paolo Tofoli, Andrea Zorzi (Pallavolo, 1990 e 1994), Giacomo Giretto, Damiano Pippi (Pallavolo, 1994), Nicola Pietrangeli (Tennis, Roland Garros e Coppa Davis), Corrado Barazzutti, Paolo Bertolucci, Adriano Panatta e Antonio Zugarelli (Tennis, Coppa Davis 1976), Renato Molinari (Motonautica, 18 titoli Mondiali).

Personalità

Riccardo Agabio, Roberto Fabbricini, Raffaele Pagnozzi

Societa’ sportive

ASD Edera 1904, Atalanta Bergamasca Calcio Spa, Circolo Scherma Firenze Roberto Raggetti, Sci Club Capracotta, Rari Nantes Camogli ASD, La Gazzetta dello Sport

Palma d’Oro al Merito Tecnico

Kenac Gouadec (Dt Sport del Ghiaccio, Short Track), Massimo Rinaldi – Dt -, Giovanni Luca Rulfi e Matteo Guadagnini (Sport Invernali, Sci Alpino), Cesare Pisoni – Dt –, Luca Pozzolini e Stefano Dalmasso (Sport Invernali, Snowboard), Angela Adamoli (Pallacanestro, Matteo Giunta (Nuoto), Andrea Coppola (Canottaggio), Ratko Rudic e Gianni Lonzi (Pallanuoto), Julio Velasco, Gian Paolo Montali e Paulo Roberto De Freitas, ‘Bebeto’ – alla memoria (Pallavolo).

Premio al vincitore del Trofeo Coni 2017

Comitato Regionale Coni Piemonte

Collare D’oro al Merito Sportivo per gli sport paralimpici

Giacomo  Bertagnolli e Fabrizio Casal – atleta guida – (Sci Alpino, Gigante e Slalom), Fabrizio Cornegliani (Cronometro e prova in linea cat. H1), Luca Mazzone (Ciclismo, prova a Cronometro cat. H2), Federico Mestroni (Ciclismo, prova a Cronometro, cat. H3), Giorgio Farroni (Ciclismo, Prova in linea e prova a cronometro cat. T1), Michele Pittacolo (Ciclismo, Prova in linea cat. C4), Francesca Porcellato (Ciclismo, Prova in linea e cronometro cat. H3), Gabriel Esteban Farias (Canoa, 200 m cat. KL1), Sara Morganti (Sport Equestri, Individual test e freestyle grado I)