Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Cespugli invadenti, carreggiata dimezzata su via Cristoforo Colombo

Dopo le transenne al posto delle potature arriva la striscia bianca continua per limitare la circolazione sulla complanare a causa dei cespugli

Casal Palocco – I cespugli invadono la carreggiata sulla via Cristoforo Colombo? Niente paura, basta tracciare una striscia continua per evitare automobilisti e motociclisti ricevano “frustate” dai rami. Striscia peraltro di colore sbagliato: è bianca invece che gialla. E di potature non se ne parla nemmeno.

Casal Palocco

Dopo le transenne che avvertono della presenza degli oleandri che invadono la corsia d’emergenza della centrale di via Cristoforo Colombo (situazione descritta in questo articolo), il Campidoglio se ne inventa un’altra. Invece di effettuare i lavori di potatura, viene disposta la riduzione della carreggiata con una striscia che delimita la zona per il transito.

Succede sulla complanare in direzione Ostia nel tratto compreso tra gli incroci semaforizzati  di via Pindaro e via di Casal Palocco. I cespugli piantati tra un pino e l’altro sono cresciuti com’è normale che sia ma il Comune di Roma invece di provvedere alla loro potatura, come si è sempre fatto, ha incaricato una ditta di tracciare una linea per delimitare la zona a rischio per automobilisti e motociclisti.

In questo articolo avevamo annunciato il provvedimento ma nessuno avrebbe immaginato che sarebbe stato così restrittivo. A denunciare la singolare decisione con l’immancabile critica per l’atteggiamento rinunciatario del Comune di Roma a eseguire la manutenzione del verde, è il consigliere del X Municipio di Fratelli d’Italia, Pierfrancesco Marchesi. “E’ un provvedimento incredibile – commenta Marchesi – Invece di effettuare la dovuta manutenzione del verde con le inevitabili potature, si preferisce limitare lo spazio per il transito di auto e moto. Ovviamente serve per sgravarsi da eventuali responsabilità in caso di incidente ma non è accettabile questa fuga dalle proprie responsabilità. Peraltro, resta incomprensibile che la striscia continua sia bianca: se si voleva segnalare l’emergenza sarebbe dovuta essere gialla. Così com’è significa che non si può oltrepassare e chi contravviene non solo è passibile di multa ma lo fa a proprio rischio e pericolo”.