Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Margherita Panziera : “Grande emozione la medaglia mondiale!”

Analizza il suo 2018 la campionessa continentale dei 200 metri dorso. Non solo le due medaglie vinte a Glasgow in estate, anche quella in Cina ha un peso rilevante per l’atleta delle Fiamme Oro

Il Faro on line – Ci saranno i Mondiali a luglio e ancora in Cina. Stavolta sarà la vasca lunga ad ospitare l’Italnuoto e sul podio non brilleranno solo le medaglie, ma anche le qualifiche per le Olimpiadi.

Mancano ancora alcuni mesi, ma la Nazionale azzurra già sogna la storia. Vorrà replicare i successi del 2018. 22 medaglie vinte agli Europei e 14 allori conquistati ai Mondiali in vasca corta. Una stella ha brillato in piscina. Una delle rivelazioni della compagine tricolore in cuffietta.

Margherita Panziera si è portata a casa il bronzo iridato dalla Cina. La prima medaglia mondiale per lei. Una staffetta di grande cuore con le sue compagne della 4×100 misti. Terze nel mondo e sui 25 metri. E’ stato un tempo importante quello fermato al termine della competizione : 3’51″38. Valido per aggiungere allori alla bacheca dell’Italia. Dall’altra parte del mondo, insieme a Martina Carraro, Elena Di Liddo, e Federica Pellegrini, Margherita ha tracciato una lunga strada che probabilmente la porterà fino a Tokyo 2020.

Probabilmente, sarà un’altra estate in cui sognare quella del 2020. I presupposti sembrano esserci tutti. Intanto, un sogno vero è stato vissuto concretamente per Magherita, agli Europei di agosto. Sono state due le medaglie vinte a Glasgow. Non solo l’oro individuale nei 200 metri dorso, con record dei campionati conquistato (2’06″18) che la incoronata regina d’Europa. Anche un terzo posto. Margherita, nella staffetta mista mista, aveva conquistato una medaglia di peso. Continentale per la seconda volta.

Tre medaglie nel 2018. E contando anche gli ori messi al collo ai Giochi del Mediterraneo, fanno 7 in totale. Con tanta voglia di tornare sul podio nel 2019. Emozioni indelebili che non si dimenticano, se si volta lo sguardo alla vasca e si sente l’odore del cloro..che chiama: “La medaglia individuale la senti più tua – ha detto la Panziera, nel video diffuso dal Coni, sulla pagina ufficiale Facebook del Comitato Olimpico Nazionale Italiano –  per quella in staffetta invece è diverso. Sai che senza le altre non saresti mai riuscita a prenderla. Voglio ringraziarle. Hanno fatto delle prestazioni strepitose. Questo insieme ad un po’ di fortuna, ci ha permesso di prendere il bronzo. Emozione grandiosa per la mia prima medaglia mondiale. Speriamo sia di buon auspicio per il futuro”.