Seguici su

Cerca nel sito

Da Ladispoli a Cerveteri, Jovanotti canterà a Campo di Mare. Grando: “E’ merito mio”

Il Sindaco di Ladispoli e il consigliere Ardita commentano la fuga di notizie sulla nuova tappa del Jova Beach Party

Ladispoli – Il concerto di Jovanotti si sposta a Campo di Mare (il ”verdetto” finale dovrebbe arrivare già entro domani o al massimo martedì) ed esplode la ”competizione” a chi è riuscito a ”salvare” capre e cavoli.

Per il sindaco Alessandro Grando non ci sono dubbi. Se la tappa del tour si sposterà solo di pochissimi chilometri rispetto alla sua sede originale (la spiaggia di Torre Flavia cioè) il merito è proprio di Ladispoli.

“A seguito della cancellazione della data non mi sono dato per vinto, non potevamo rischiare che l’evento si spostasse lontano da Ladispoli facendoci perdere tutti i benefici ad esso collegati. E così – ha ”svelato” Grando – dopo una rapida analisi del territorio ho suggerito all’organizzazione, che ringrazio per la serietà e la professionalità dimostrata nei rapporti intercorsi, di valutare l’ipotesi Campo di Mare in alternativa a Torre Flavia“.

Per Grando non ci sono dubbi. Spostando l’evento solo di pochi chilometri rispetto a Ladispoli le strutture ricettive della città balneare potranno comunque trarne giovamento.

“In caso di conferma da parte di Jovanotti saranno infatti diverse le navette che collegheranno la stazione ed altri luoghi strategici della nostra città alla zona del concerto. Sono felice che pare sia andato tutto per il verso giusto e che il concerto potrebbe svolgersi sulla vicina spiaggia di Campo di Mare. In questo caso continueremo a collaborare con l’organizzazione – ha proseguito il primo cittadino – per pianificare tutto nei minimi dettagli. Adesso non ci resta che aspettare l’annuncio ufficiale da parte di Jovanotti. Insomma, meglio di così non poteva andare, ve lo avevo detto di pensare positivo!”.

A fargli da eco è anche il consigliere comunale di Ladispoli di Fratelli d’Italia Giovanni Ardita, per il quale la vicina città etrusca non dovrebbe che dire “grazie” a Ladispoli e punta il dito contro il sindaco della città etrusca, Alessio Pascucci: “Non si prenda meriti non suoi”.

“Il concerto si sposta di 300 metri per motivi territoriali la spiaggia è nel comune di Cerveteri, ma solo sotto quell’aspetto. Per il resto – ha proseguito Ardita – siamo contenti che l’organizzazione abbia tenuto in considerazione un’alternativa vicina, senza stravolgere la macchina organizzativa. Ecco la nostra amministrazione non ha fatto ostruzionismo, anzi ha rilanciato, sponsorizzandola, la spiaggia di Cerveteri”.

Insomma se il concerto resterà comunque “in casa” il merito è del sindaco ladispolano Alessandro Grando che “superando ogni campanilismo ha pensato a tutelare gli interessi della collettività, esprimendo dopo la bocciatura di Torre Flavia la località di Campo di Mare. Ancora una volta – ha concluso il consigliere di Fratelli d’Italia – Cerveteri deve dirci grazie”.

(Il Faro online)