Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Insorge l’opposizione: “Fake news e la trasparenza mancata del Movimento 5 stelle Ardea”

"La sinistra di Ardea" ed i Consiglieri Raffaella Neocliti e Edelvais Ludovici, chiedono al Sindaco Mario Savarese di intervenire

Ardea – Nel comune rutulo le polemiche tra opposizione e maggioranza sono all’ordine del giorno. L’ultima, in ordine cronologico, è di questa mattina, dove la voce del neonato movimento “La Sinistra di Ardea” e delle consigliere  Raffaella Neocliti (Forza Italia) ed Edelvais Ludovici (Con la Gente per Ardea), tendono a  puntualizzare la loro posizione in merito ad un’azione denigratoria, architettata a loro dire da una maggioranza che utilizza i social network come propaganda politica, negando la replica alla voce del dissenso e al contempo distorcendo la realtà dei fatti.

Si legge in un comunicato de “La sinistra di Ardea” quanto segue: “Paradossali post di accusa di falso (clicca qui) circa alcune notizie che sono veicolate ad Ardea, negli ultimi mesi.  Non entreremo nel merito perché vorremmo focalizzare l’attenzione sull’assurdità di quanto sta accadendo. Dal simbolo 5S su Facebook e in nome dei 5S – continua il comunicato de “La Sinistra di Ardea” -, è ormai uso leggere esternazioni e aggressioni verbali verso chiunque pensi diversamente o sollevi questioni.

Crediamo che il primo cittadino abbia il dovere di chiarire pubblicamente per conto di chi parlano, questi commentatori, se a suo nome e se autorizzati. Perché non ha mai pronunciato una parola volta ad abbassare i toni. Anzi, ogni comunicazione ha avuto il solo effetto di produrre nuova polemica.

Un primo cittadino – concludono da “La Sinistra di Ardea” – ha grosse responsabilità, di tipo etico e morale ma anche sull’ordine pubblico e questa situazione rischia di degenerare. È proprio del fare democratico aver posizioni differenti e questa è una grande ricchezza, cercare di zittire, o sfottere davvero mortifica l’immagine di questa amministrazione”.

Sullo stesso piano il Consigliere Raffaella Neocliti (FI), che in una sua nota evidenzia che, “è un fatto irriverente quello esercitato dal Movimento 5 Stelle Ardea nei confronti della cittadinanza. In particolare, – prosegue Neocliti – quanto pubblicato ieri dal Movimento 5 Stelle Ardea e/o da chi gestisce il loro profilo sul social network indicato, è l’esatto contrario di quello che per anni, quando erano all’opposizione, predicavano.

Ieri ed oggi, abbiamo assistito ancora una volta alla pubblicazione sulla pagina di Facebook del ‘Movimento 5 Stelle Ardea’ come queste persone riescono a distorcere le informazioni, andando a colpire, non solo i diretti antagonisti politici, bensì, anche l’operato di testate giornalistiche che fanno della democrazia, dell’etica e della morale, una loro prerogativa in ambito professionale.

Il fatto eclatante poi, è sorto quando, dopo che il post in oggetto, correlato delle foto con la scritta ‘Solo Fango‘ è arrivato sul PC del direttore di un giornale a cui attribuivano la pubblicazione delle Fake-News. Lo stesso direttore ha ritenuto postare un suo commento in merito chiarendo la sua posizione e, guarda caso, oggi tale commento (clicca qui) è scomparso e la motivazione data dai ‘gestori’ della pagina di Facebook del M5S Ardea, è stata quella per cui ‘il post è stato ripubblicato per errata cancellazione‘. E’ inaccettabile – conclude Neocliti -, che il Sindaco non intervenga in merito ad una pagina che riporta il logo del ‘Movimento 5 Stelle Ardea’ e che, costantemente, fa della propaganda elettorale distorcendo la realtà dei fatti, con il becero tentativo, di deviare l’opinione pubblica”.

Anche il Consigliere Edelvais Ludovici (ClGpA) è intervenuta in merito a questa questione ed in particolare ha voluto mettere in risalto che il post in oggetto, era stato modificato ed erano state omesse delle informazioni precedentemente pubblicate. Il Consigliere E. Ludovici  ha così replicato: “Come mai avete cambiato la foto? (clicca qui) E perché non rispondete ai commenti dei cittadini? Vi dirò io il perché! Non avete parole, strumentalizzate e procurate allarme… ecco perché non rispondete”.

(Il Faro on line)