Seguici su

Cerca nel sito

Jova Beach, Jovanotti voleva Ostia. Il Municipio: “Non c’è una spiaggia adeguata”

Retroscena del tour di Jovanotti "Jova beach 2019": dopo un sopralluogo, il Municipio ha negato la spiaggia di Castelporziano. "E' una riserva naturale"

Ostia – Retroscena sul tour dell’estate 2019 di Lorenzo Cherubini, in arte Jovanotti. L’artista con i suoi organizzatori hanno chiesto al X Municipio di poter disporre di una spiaggia dove tenere una delle tappe del Jova Beach ma l’amministrazione non ha concesso l’arenile pubblico di Castelporziano. La motivazione è che si tratta di un’area di Riserva statale.

Il dettaglio dell’occasione mancata è venuto alla luce nel corso della seduta di Consiglio Municipale di oggi, giovedì 10 gennaio. E’ stato Andrea Bozzi, consigliere delle liste civiche “Sogno Comune” e “Ora“, a sollevare la questione suggerendo la mancata opportunità di poter ospitare Jovanotti su una spiaggia di Roma, sua città adottiva. Com’è noto il Jova Beach ha dovuto ripiegare sulla spiaggia nei pressi di Torre Flavia, tra Cerveteri e Ladispoli, dove sarà di scena il 16 luglio.

E’ stato il direttore amministrativo De Bernardini a dare la risposta a Bozzi rivelando della richiesta fatta dal management di Jovanotti e del successivo sopralluogo sul litorale di Ostia. La spiaggia libera di Castelporziano, nota per aver ospitato in passato eventi internazionali tra i quali il Festival dei Poeti, il concerto reggae dei Burning Spear, diversi campionati di windsurf e beach volley, è stata esclusa perchè inserita della Riserva statale del Litorale.

Amareggiato il consigliere Andrea Bozzi. “Stamattina in Consiglio – racconta – mi sono lamentato del fatto che non si programmano eventi ambiziosi, degni cioè di un vero rilancio turistico e promozionale di Ostia ed ho fatto l’esempio di Cerveteri che, per dirne una, ospiterà il concerto di Jovanotti, mentre noi abbiamo fatto un piccolo Capodanno e solo oggi abbiamo votato l’autorizzazione a quello che ho capito sarà, ahinoi, un piccolo Carnevale. E nulla sappiamo su eventuali eventi per la prossima estate, che dovremmo organizzare oggi, come avviene nei Comuni di mare che si rispettino, e non a giugno. Allora il Direttore De Bernardini è intervenuto in Aula per svelare a sorpresa che Jovanotti in realtà sarebbe voluto venire proprio ad Ostia. Pare che abbiano fatto anche dei sopralluoghi con gli organizzatori, ma non avrebbero trovato spiagge abbastanza grandi, cioè adeguate allo svolgimento dell’evento. Mi sembra un paradosso, visto il patrimonio che abbiamo, ma di fronte a questa difficoltà il Municipio ci ha rinunciato. Con tutto il rispetto per gli Uffici, mi chiedo se sia stato fatto un tentativo approfondito e se si sia valutata la possibilità di coinvolgere i gestori degli stabilimenti o se si sia valutata la possibilità di ospitarlo ai Cancelli di Castel Porziano, dove magari si potevano garantire adeguate tutele all’Ambiente, ma nello stesso tempo salvare un evento che ci avrebbe portato grande prestigio al nostro territorio. Sono domande che posso farmi solo ora, visto che l’opposizione non ne sapeva nulla e, pur essendo vice presidente della Commissione Turismo e Commercio, ho appreso solo stamattina, e incidentalmente per bocca del Direttore, dopo mia lamentela, cosa è avvenuto. Dalla maggioranza infatti nessuno ci aveva detto nulla. Peccato perché se avessimo condiviso, chissà che non avremmo trovato una soluzione. Resta quindi il rammarico per quella che è dal mio punto di vista una grande occasione mancata per il rilancio del nostro territorio, occasione che di fatto abbiamo regalato ad altri“.