Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Interventi nelle scuole di Ardea, botta e risposta tra Neocliti e Corrado

Intanto, il Sindaco Mario Savarese ringrazia il Consigliere Regionale per l'impegno profuso in Giunta finalizzato a destinare fondi per le scuole di Ardea

Ardea – Il botta e risposta tra gli esponenti del M5S ad Ardea e la minoranza non cessa. Questa volta, a prendere la parola in merito all’argomento scuole del Comune Rutulo, è stato il Consigliere alla Regione Lazio, Valentina Corrado (M5S), che in una sua nota racconta del suo intervento in Giunta Regionale, nell’ambito delle risorse stanziate per l’edilizia scolastica e aggiunge – “Decenni di mala politica hanno rallentato l’azione di rilancio immediato della città di Ardea da parte del sindaco Mario Savarese”.

Non è dello stesso avviso Raffaella Neocliti (FI) che, evidenzia una serie di inesattezze espresse dal consigliere regionale, accusandola di proclami che sanno più di propaganda elettorale che della realtà dei fatti.

“Cara consigliera regionale Valentina Corrado – inizia così Necoliti nella sua replica all’intervento del Consigliere pentastellato – , ascoltando il suo intervento in Regione, dove chiede impegno alla Giunta per la situazione ‘scuole‘ ad Ardea, non posso far a meno di notare quante inesattezze ha detto (clicca qui). Questo perché conosce poco il nostro territorio, ma temo conosca ancor meno le normative“.

“Fa riferimento ad una scuola in via Bergamo! Inesistente. Semmai – continua Neocliti – era un progetto da finanziare da parte della Regione, che non ha finanziato. Ci racconta di un centro anziani da trasformare in asilo, quando anche in questo caso la Regione non ha approvato la richiesta di fondi. Parla di un istituto superiore di cui Ardea necessita, verissimo, ma non è alla Regione che deve chiederlo!
Se ha ascoltato bene il parere dell’assessore, questi chiede perché il Sindaco non abbia palesato tale stato di emergenza in persona e, sebbene dia un parere favorevole, chiarisce che non si attingerà nel bilancio regionale nel capitolo edilizia scolastica ma, si interverrà se verrà constatata un’interruzione di servizio, che di fatto non c’è”.

“In tutto ciò – conclude Neocliti – fa piacere vedere che in regione qualcuno si occupi di Ardea, saremmo tutti felici e soddisfatti se le sue istanze venissero ascoltare. Ma, attendo ad esultare perché voglio vedere le delibere e le determine di impegno. Ancora una volta si fanno i proclami prima di avere le soluzioni“.

Note di gratificazione al Consigliere Regionale, arrivano invece dal Sindaco Mario Savarese che in una sua nota ringrazia Valentina Corrado per l’impegno profuso in Giunta.

“Ringrazio la nostra consigliera regionale Valentina Corrado – dichiara Savarese – per essersi battuta profondamente per le scuole di Ardea in Regione. La notizia di nuovi finanziamenti per i nostri istituti ci fa ben sperare.  Valentina Corrado – aggiunge Savarese – si è spesa per Ardea ed è riuscita a ottenere l’approvazione di un ordine del giorno che ci sarà indispensabile per affrontare l’emergenza scuole”.

“In poco più di un anno siamo stati costretti ad intervenire in via straordinaria – continua il Sindaco – su situazioni preoccupanti, come i solai della scuola Manzù lo scorso anno e poi l’impianto dell’acqua potabile a Pian di Frasso e il più recente doppio intervento alla scuola S. Antonio. Tutto ciò, senza dimenticare gli allagamenti a Campo di Carne. Tutte emergenze che sono costate interruzioni delle lezioni e disagi per famiglie e bambini”.

“Oggi ho incontrato l’assessore Alessandri – conclude Savarese – che in Regione Lazio segue in modo specifico scuole e infrastrutture. Ho portato con me un plico intero di criticità che l’assessore studierà con attenzione. Ripartiremo dai progetti sia per la messa in sicurezza delle scuole sia per la progettazione di nuove”.

Il problema scuole ad Ardea rimane comunque un grande dilemma che, in attesa della destinazione di fondi al Comune rutulo per la realizzazione di nuove strutture, per la manutenzione e l’ammodernamento e messa a norma di quelle esistenti, palestre incluse, rimane un disagio costante e continuativo di cui gli unici a farne le spese, sono i cittadini. Quest’oggi ad esempio, nell’Istituto Comprensivo di Via Campo di Carne nella località di Tor San Lorenzo, molti ragazzi, per l’ennesima volta, hanno chiamato i propri genitori per chiedere di andarli a prendere prima prima della fine delle lezioni, in quanto gli ambienti scolastici erano freddi.

La domanda a questo punto giunge spontanea, in attesa che si concretizzi la reale fattibilità di migliorare il sistema strutturale delle scuole ad Ardea, non si potrebbe trovare una soluzione per garantire un minimo di decenza, quotidiana, nelle scuole già esistenti nel territorio? La risposta possono fornircela solo gli amministratori locali.

(Il Faro on line)