Seguici su

Cerca nel sito

Civitavecchia, nasce un tavolo tecnico tra Adsp e Port Mobility sui servizi di mobilità

Di Majo: "L'obiettivo è dare ancora maggiore competitività al porto di Civitavecchia". Ai Sindacati: "Garantiremo i livelli occupazionali"

Civitavecchia – Un tavolo tecnico per affrontare e risolvere le problematiche sui servizi di mobilità riscontrate in questi ultimi mesi e sulla procedura di revoca del servizio bus navetta. Queste le novità emerse dalla riunione tra il presidente dell’Autorità di Sistema Portuale, Francesco Maria di Majo, e i vertici di Port Mobility tenutasi nelle scorse ore presso la sede dell’Adsp.

“Ci rivedremo già lunedì prossimo per avviare il Tavolo tecnico che, entro un limite massimo di 30 giorni, dovrà giungere ad una valutazione condivisa e trasparente delle tariffe e dei servizi di cui alla concessione”, spiega di Majo.

L’obiettivo è elaborare una programmazione della durata di cinque anni che consenta di migliorare l’efficienza dei servizi soprattutto a vantaggio degli utenti portuali, identificando al meglio, nell’ambito della convenzione, i servizi volti a dare ancora maggiore competitività al porto di Civitavecchia“.

Dopo l’incontro con i dirigenti di Port Mobility il presidente di Majo e il segretario generale Macii hanno incontrato, sempre in relazione alla vicenda Port Mobility, le sigle sindacali.

Abbiamo subito voluto informare i sindacati sugli esiti dell’incontro con Port Mobility e rassicurarli sul fatto che i livelli occupazionali saranno comunque garantiti”, afferma il numero uno di Molo Vespucci. “Il Tavolo tecnico non potrà, infatti, non tenere conto delle giuste garanzie per i lavoratori di Port Mobility”, conclude di Majo.

(Il Faro online)