Seguici su

Cerca nel sito

Ardea, Fasoli replica alle accuse del Consorzio di Colle Romito

Il Vice Coordinatore della Lega: "Devono essere chiari i ruoli dei consorzi. I cittadini non devono pagare per altri!"

Arde –  “Nonostante trovo banale un battibecco sulla stampa, mi trovo costretta a replicare una delirante lettera dove il mittente ha un chiaro comportamento di attacco per non essere attaccato, ma ormai indifendibile. Alle cento sciocchezze scritte rispondo solo per il contenuto del mio esposto, ossia, il Consorzio ed il Comune di Ardea hanno correttamente usato soldi pubblici? E non parliamo solo di danno recato ai soci dei consorzi, ma di tutti i cittadini di Ardea poiché i contributi che il Comune deve mettere in bilancio per i consorzi secondo D.g.l.s 1446/18, è denaro dei tributi di tutti cittadini”.

Lo dichiara Monica Fasoli, Vice Coordinatore della Lega ad Ardea, in un suo comunicato stampa, che aggiunge: “Osservando le cifre di cui parla la lettera, trovo che non siano proprio in linea con le Determine Dirigenziali e i bilanci consortili prodotti nel tempo dai due Enti, viene quindi spontaneo e legittimo chiedere chiarimenti in merito. Saranno quindi gli organi competenti a dare risposta ai cittadini che da anni chiedono spiegazioni e messi successivamente a tacere con prese per i fondelli o orecchie da mercante dalla stessa politica, perché di fatto, anche se non si vuole ammettere, i consorzi stradali non sono semplici condomini, ma veri e propri paesi con migliaia di cittadini, quindi bacini di voti non indifferenti.

Tornando alla delirante lettera, è agli occhi di tutti che le strade del consorzio di Colle Romito sono anni che versano in condizioni disastrose, le uniche che hanno realmente avuto un rifacimento, sono di una minima parte sistemate dal consorzio, mentre i vicoli citati, furono asfaltate dalla società “Idrica S.p.a” e mezza carreggiata della strada principale dalle Società “I2ReteGas“. Ci tengo a sottolineare inoltre che, nonostante io e il Consigliere Regionale Daniele Giannini facciamo parte dello stesso partito, sottoposto il mio quesito, ha risposto con un interrogazione solo dopo avergli prodotto copiosa documentazione, questo per la sua ferma serietà, serietà che oggi invece non trovo da parte di chi gestisce i consorzi che si sovrappongono alle competenze comunali, motivo per cui Luigi Centore (citato nella lettera) a seguito di una denuncia fece sequestrare una discarica abusiva all’interno del consorzio di ingombranti.

Motivo per cui proprio in questi giorni col Consigliere Giannini abbiamo protocollato un’interrogazione Regionale anche per il consorzio ‘Lupetta‘ per l’appalto dell’impianto di illuminazione a carico dei soci, come del resto pagano anche i soci di Colle Romito, opere di competenza comunale ma che per taciti accordi non si è mai messo in evidenza. Ho sposato questa causa da anni e non mi fermerò finché non saranno chiariti i ruoli dei due Enti e finché non verranno regolarizzati i consorzi, i cittadini non devono pagare per altri! Le scuse credo le debbano fare i molti…”

(Il Faro on line)