Seguici su

Cerca nel sito

Fiamme Gialle, Tortu e Manigrasso due campioni da record foto

Sulla stessa distanza ma in contesti sportivi differenti, i due velocisti gialloverdi firmano i loro primati. Nei 60 metri segnano la storia entrambi. Con loro, l’atletica diventa una

Il Faro on line – C’è una storia particolare nell’atletica delle Fiamme Gialle. E a farla sono sempre loro. I campioni. Sono allora due gioielli della scuderia del I Nucleo Atleti della Guardia di Finanza a stupire in velocità.

Sia per l’atletica dei normodotati, che per quella paralimpica, cambiano i nomi certamente, ma non mutano i record. Se Filippo Tortu, campione europeo under 20 e primatista italiano dei 100 metri con 9,99. si è preso il primato nazionale under 23 sui 60 metri indoor, al Palaindoor di Ancona, durante la semifinale invernale degli Assoluti, sulla distanza regina della competizione, con 6.58, Simone Manigrasso, collega di Filippo, per la categoria paralimpica, si è preso il suo di primato personale al Meeting indoor di Magglingen.

Nei 60 metri e nella categoria T64, Simone ha firmato la storia fermando il crono a 7.49. Ma non solo. Ha festeggiato anche un altro record, il due volte bronzo e argento europeo di Berlino. Nei 200 metri ha registrato il tempo di 24,39. Strappando di 34 centesimi il record precedente.

Tortu e Manigrasso allora. Due campioni in pista e due recordman. Due atleti che abbattono le barriere nello sport. E vincono titoli e medaglie. E grazie ai quali l’atletica diventa una. Non solo delle Fiamme Gialle ma di un’Italia azzurra che sogna grandi traguardi, a un anno e mezzo dalle Olimpiadi e Paralimpiadi di Tokyo 2020.

Foto : Fidal/Colombo – Fispes