Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Roma, successo di pubblico alla presentazione del libro di L. Ziliotto: “Mia madre mi odia”

Nel corso dell'evento la scrittrice è stata premiata con una targa dal suo editore, Marco Solfanelli

Roma – Leyla Ziliotto, vincitrice del Premio Internazionale di Letteratura Terre di Liguria e finalista al Concorso Antico Borgo, è stata protagonista al Campidoglio venerdì 25 gennaio per presentare il suo libro “Mia madre mi odia” (Ed. Tabula Fati) – clicca qui.

L’evento, ha riscosso molto successo, visto l’affluenza di pubblico che ha affollato la sala della Protomoteca del Campidoglio.

L’organizzazione è stata affidata alla dottoressa Paola Vegliantei che si è avvalsa della collaborazione dell’associazione “Donne per la Sicurezza”.

La giovane autrice Ziliotto, appena venticinquenne, è una ragazza genovese italo-marocchina laureata in lingue e culture moderne all’Università di Genova e parla cinque lingue. E’ anche conduttrice di una rubrica televisiva dedicata alle bocce, essendo stata lei stessa, Campionessa italiana di bocce nel 2011, giocatrice della Nazionale marocchina, medaglia di bronzo al valore atletico Coni.

All’evento è intervenuto il consigliere comunale Andrea De Priamo, a cui è spettato il compito di fare gli “onori di casa” presentando, personalmente, la giovane scrittrice.

Le tematiche affrontate hanno toccato i sentimenti delle persone accorse alla presentazione del libro, anche grazie alle argomentazioni fornite dallo Psicologo Dott. Domenico Giuseppe Bozza e dall’Editore Marco Solfanelli che ha voluto premiare la scrittrice con una targa. In sala erano presenti giornalisti e membri del Coni.

(Il Faro on line)