Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Ordigni bellici a Ciampino, aeroporto evacuato e voli spostati a Fiumicino

AdR: "Si consiglia di contattare la compagnia aerea di riferimento per avere informazioni di dettaglio sul proprio volo"

Più informazioni su

Roma – Artificieri dell’Esercito al lavoro per disinnescare i tre ordigni risalenti alla seconda guerra mondiale trovati all’aeroporto di Ciampino.

Specialisti del 6° Reggimento Geni dell’Esercito sono impegnati a disinnescare gli ordigni del peso complessivo di 150 chili per un totale di 75 chili di esplosivo.

Sono all’incirca 750, al momento, i passeggeri coinvolti dalla momentanea evacuazione dell’aeroporto di Ciampino. A quanto si è appreso i viaggiatori, che si trovano fuori dalle aerostazioni, sono assistiti dalla società di gestione Aeroporti di Roma, che ha messo loro a disposizione dei bagni chimici, acqua e panini e del personale per fornire assistenza e informazioni.

Come si legge in una nota diffusa da AdR, gli ordigni sono stati ritrovati “durante i lavori di manutenzione dei piazzali di sosta degli aeromobili”. Tanto è bastato a chiudere momentaneamente “l’aeroporto di Ciampino, dietro le disposizioni di Enac“, “per permettere agli artificieri di effettuare le operazioni di rimozione dei residuati bellici, in completa sicurezza”.

“Al momento, la durata prevista dell’intervento è di circa tre ore. I voli programmati, in arrivo e in partenza sullo scalo di Ciampino, nella fascia oraria di sospensione delle attività potranno essere ritardati od operare per/da l’aeroporto di Fiumicino“, prosegue la nota.

“Si consiglia, pertanto, di contattare la compagnia aerea di riferimento per avere informazioni di dettaglio sul proprio volo. Ulteriori aggiornamenti verranno forniti in tempo reale sul sito, sull’app e sui social network di Aeroporti di Roma, conclude AdR.

(Il Faro online)

Più informazioni su