Seguici su

Cerca nel sito

Roma-Porto, daspo per tre ultras lusitani

I supporter portoghesi hanno preso a calci e pugni i poliziotti e uno steward

Roma – Alle ore 21.00 di martedì 12 febbraio, presso lo Stadio Olimpico della Capitale, si è disputato l’incontro di calcio tra A.S. Roma-F.C. Porto (leggi qui), valevole per la competizione di “Champions League“, alla presenza di 54.604 spettatori.

Alle ore 19.40, nel settore curva sud, un tifoso romanista è stato sanzionato ex art. 75 D.p.r. 309/90 in quanto trovato in possesso di una modica quantità di sostanza stupefacente.

Inoltre, alle ore 22.30 nel settore curva nord, a seguito di accesi scontri verbali avvenuti tra le due tifoserie, i supporter della squadra ospite hanno tentato di superare la barriera fissa della curva che li separava dai tifosi romanisti. Il tentativo è stato arginato grazie al cordone degli steward posto a protezione.

Nella circostanza, 3 tifosi del Porto hanno aggredito con calci e pugni gli agenti di polizia intervenuti e uno steward. Dei tre, due sono stati subito bloccati e tratti in arresto dagli agenti del commissariato Prati, per i reati di lesione e resistenza a Pubblico Ufficiale.

Il terzo, invece, datosi alla fuga, è stato identificato e rintracciato grazie all’attenta visione delle immagini registrate dalle telecamere presenti all’interno dello Stadio, e tratto in arresto dagli stessi agenti, per i medesimi reati. A loro carico è stato emesso anche provvedimento di DASPO.

Si è registrato anche il danneggiamento di alcune vetture dell’Atac che erano state dedicate al trasporto dei tifosi del Porto.

(Il Faro online)