Seguici su

Cerca nel sito

Latina, perquisizioni al “Palazzo di vetro”: denunciati quattro extracomunitari

Avevano occupato abusivamente un appartamento

Più informazioni su

Latina – Un nuovo Servizio straordinario di controllo del territorio posto in essere dalla Polizia di Stato si è svolto nella mattinata del 15 febbraio. Continua quindi incessante l’attività di prevenzione e controllo intensificata dal Questore Belfiore, nelle zone “calde” della citta.

Oltre a 4 equipaggi della Squadra volante, erano presenti 2 pattuglie del Reparto Prevenzione Crimine provenienti dalla capitale. Era inoltre presente il cane antidroga Birba della Polizia di Frontiera di Fiumicino che con i loro conduttori hanno fattivamente e positivamente contribuito al buon esito del Servizio.

In particolare alle ore 7,30 circa, sulla scorta di informazioni preventivamente acquisite in forma confidenziale nell’ambito dell’attività di contrasto allo spaccio e alla vendita al dettaglio di sostanza stupefacente di vario genere, i suddetti equipaggi si recavano presso il cosiddetto Palazzo di vetro, ove procedeva ad alcune perquisizioni domiciliari.

Nel corso delle stesse, all’interno di un’abitazione sita al 5° piano venivano controllati 4 cittadini extracomunitari di nazionalità camerunense che vivevano in pessime condizioni igienico sanitarie; inoltre veniva richiesta la collaborazione di una Squadra dei Vigili del Fuoco per mettere in sicurezza e asportare 5 bombole gas pericolose.

All’interno di un altro appartamento sito sullo stesso piano, venivano controllati altri due cittadini centro-africani, anch’essi in condizioni igienico sanitarie pessime. Tutti venivano condotti in Questura per i dovuti accertamenti in merito alla loro posizione sul territorio nazionale da parte del locale Ufficio Immigrazione.

All’esito degli stessi due risultavano regolari, 2 cittadini del Senegal invitati presso l’Ufficio Immigrazione per regolarizzare la posizione sul territorio e altri due cittadini venivano avviate le pratiche per l’espulsione dal territorio nazionale.

Dagli accertamenti e dalle informazioni acquisite, il primo appartamento sottoposto a perquisizione, risultava essere stato occupato abusivamente dai cittadini extracomunitari, pertanto si procedeva a sottoporre a sequestro preventivo dell’immobile con apposizione dei sigilli e i quattro cittadini extracomunitari occupanti denunciati per il reato di “Occupazione di terreni o edifici”.

(Il Faro online)

Più informazioni su