Seguici su

Cerca nel sito

Ardea, i cittadini richiedono al Comune il rilascio di autorizzazioni per il trasporto “NCC”

La Lega presenterà un'interrogazione sulla negazione dei diritti dei cittadini di Ardea di usufruire del servizio di trasporto

Ardea – “Dietro mia proposta – dichiara Monica Fasoli, membro del direttivo della Lega di Ardea -,  il nostro Coordinatore e Consigliere Comunale, Luana Ludovici, lunedì protocollerà la richiesta della riapertura del bando sugli “NCC” (Noleggio Con Conducente) che già nel 2009 era stato fatto e poi ritirato.”

“Questa proposta – prosegue Fasoli – nasce dal fatto che Ardea oltre ad essere carente di servizi pubblici e privati di trasporto ha bisogno anche di proposte per lo sviluppo e questa, se pur per poche persone, da la possibilità a 30 persone di poter avere un opportunità.”

La Proposta della Lega di Ardea.

La Lega di Ardea si fa portavoce delle molte proteste che sempre più aumentano per la negazione di un diritto Costituzionale ovvero, la libera scelta dei cittadini per il trasporto pubblico Locale. Infatti ad Ardea abbiamo una grave carenza dei servizi primari, come scuole, ospedali e in questo caso trasporti pubblici locali. Il nostro Comune è servito soltanto delle corse Co.TRA.L che partono da Nettuno per arrivare a Roma e viceversa, a parte qualche navetta, ci sono zone periferiche sprovviste di ogni mezzo di trasporto e questo comporta agli utenti gravi disagi. La nostra proposta è di chiedere all’amministrazione di garantire ai cittadini di Ardea il diritto di scegliere, a livello locale, il trasporto pubblico non di linea per soddisfare qualsiasi esigenza e/o comodità di trasporto. I cittadini chiedono di esercitare questo diritto, tramite il rilascio di autorizzazioni di un servizio di rimessa (NCC) facendo anche funzioni di servizio di piazza (taxi).

Per soddisfare questa grave carenza, il Comune di Ardea deve aprire subito un bando di gara per l’assegnazione di almeno 15 Autorizzazioni per NCC a persone con titoli e requisiti previsti dalla legge, residenti ad Ardea da almeno 10 anni, anche in modo provvisorio fino a quando non verrà fatto il censimento nazionale di TAXI NCC e successivi bandi nazionali. Cosi il Comune di Ardea potrà garantire, anche se in modo parziale, il diritto ai cittadini alla scelta al trasporto pubblico locale.

-Ardea è l’unico Comune che non ha rilasciato autorizzazioni se non due senza alcun bando di gara, quindi ha diritto/dovere di garantire questo servizio pubblico locale.

-Nel 2009, ci fu un bando pubblico ove vi parteciparono più di 300 persone pagando ben 250 euro a persona ma venne bloccato

-Secondo la legge Regionale L.R. 26 Ottobre 1993 N.58 che regolamenta il servizio, le modalità e il rilascio delle autorizzazioni, ossia un autorizzazione ogni 1000/1500 abitanti, per Ardea vennero calcolate allora 28 autorizzazioni portate a 30 per arrotondare.

Se calcoliamo che appunto non esiste un servizio pubblico non di linea e che non esistono mezzi di collegamento per Ostia, o per l’aeroporto, ospedali o per una semplice emergenza oppure per trasporto turistico, visto i tanti B&B nati nel nostro Comune ecc…

Noi vogliamo sapere come mai il Comune all’epoca sospese il bando e come mai non si è mai pensato a rintrodurlo?

Noi vogliamo sapere perché si continua a negare un diritto ai cittadini che con la crisi che stiamo vivendo, potrebbe essere anche una opportunità di lavoro sia per gli NCC e per tutta la zona perché più accessibile?

L’effetto per l’introduzione di NCC sarebbe di incremento di posti di lavoro e civilizzazione oltre alla grande comodità di sapere che per un emergenza si ha il trasporto. L’effetto inoltre potrebbe essere anche di un inizio di crescita che oggi è agli occhi di tutti che è pari a zero.

-Proprio perché non vennero più rilasciate autorizzazioni a Roma e nel nostro caso nessuna, gli attuali possessori le hanno prese attraverso bandi di altre Regioni, lavorando poi fuori zona. Con il nuovo Decreto Legge approva operare in ambito provinciale con obbligo di rientrare in rimessa a meno che non abbia una programmazione di prenotazioni. Questo comporta che, fino a Novembre gli NCC potevano lavorare anche ad Ardea con autorizzazione presa a Palermo, ora dovrà lavorare solo ed esclusivamente nella provincia di appartenenza, quindi con questa nuova normativa non è facile trovare un mezzo con conducente.

Per tutti questi motivi chiediamo che venga presa in considerazione la possibilità di aprire un bando per garantire il diritto di scelta ai cittadini e sviluppo locale.

(Il Faro on line)