Seguici su

Cerca nel sito

Scherma, l’ItalDonne del fioretto si prende l’oro

Vincono a Il Cairo le atlete azzurre. Contro la Russia, arriva la stoccata ai tempi supplementari. La Mancini decide il match. Quinto podio consecutivo

Il Faro on line – L’Italia di fioretto femminile torna sul gradino più alto del podio. Dopo due anni e quattro mesi dal successo nella tappa di Saint Maur del 5 novembre 2017, il “Dream team” azzurro conosce nuovamente il dolce gusto del trionfo in Coppa del Mondo.

Il successo arriva sulle pedane de Il Cairo dove si è svolta la tappa del circuito di Coppa del Mondo.

Il quartetto azzurro composto da Alice Volpi, Elisa Di Francisca, Martina Batini e Camilla Mancini libera l’urlo di gioia alla stoccata del 38-37 giunta al minuto supplementare della finale contro la Russia. E’ stata proprio Camilla Mancini, la più giovane delle azzurre, ad essere indicata dal CT Andrea Cipressa per la “chiusura” del match. La frascatana si è fatta trovare pronta ed ha portato le compagne sul gradino più alto del podio.

L’Italia era giunta alla finalissima contro le ormai consuete rivali della Russia, grazie ad un percorso di gara che aveva visto dapprima il successo sulla Spagna per 45-21, poi era giunta la vittoria ai quarti contro il Giappone col punteggio di 45-24 ed infine in semifinale Alice Volpi aveva piazzato la stoccata del 44-43 contro gli Stati Uniti.

Nella gara di fioretto maschile, invece, l’Italia conclude al terzo posto. Il quartetto azzurro composto da Daniele Garozzo, Giorgio Avola, Alessio Foconi ed Andrea Cassarà è stato infatti superato in semifinale per 45-41 dalla Francia, per poi avere ragione della Corea del Sud nell’assalto per il terzo posto col punteggio di 45-35.

Gli azzurri, dopo aver superando per 45-23 il Canada nel tabellone dei 16 avevano vinto l’assalto dei quarti di finale contro la Polonia col punteggio di 45-36.

Quello in Egitto è il quinto podio consecutivo conquistato dagli azzurri in Coppa del Mondo, a cui si aggiungono l’argento europeo 2018 e soprattutto il titolo iridato conquistato a Wuxi.

Foto : Augusto Bizzi