Seguici su

Cerca nel sito

Ostia, ecco le vie più malconce. Bozzi: “Eppure se ne asfaltano altre”

Il X Municipio rende pubblico l'elenco delle strade con più incidenti perchè malconce: non coincidono con quelle che si è deciso di asfaltare. Il caso Bagnoletto

Ostia – Le strade più malconce e teatro di incidenti non sono quelle da asfaltare per prime. Su queste a decidere le priorità è stata la Giunta municipale all’insaputa del Consiglio del X Municipio che solo oggi viene a conoscenza del dettaglio.

A sollevare la questione è stato il consigliere delle liste autonomiste “Sogno comune” e “Ora“, Andrea Bozzi. Con fatica e dopo ripetute richieste, è riuscito a ottenere la delibera di Giunta Municipale nella quale, il 20 settembre 2018, si è deciso di spendere 5,537 milioni di euro per asfaltare una decina di strade, tre delle quali a Bagnoletto, feudo elettorale di un assessore (leggi qui la polemica). Andando a confrontare le arterie che saranno rifatte con quelle indicate dalla Polizia locale come le più pericolose e malconce, si è scoperto che una sola coincide in quelle liste.

Nel dettaglio, ai primi sei posti degli incroci stradali segnalati dalle statistiche della Polizia locale come quelli che nel triennio 2015/17 hanno collezionato più sinistri nel X Municipio figurano nell’ordine: via Pietro Rosa/corso Regina M.Pia (30), via di Castelfusano/via Ostiense (28), corso Duca di Genova/via Repubbliche Marinare (25), corso Duca di Genova/via delle Sirene (22), via Alberto Franchetti/via E. Wolf Ferrari (21) e viale delle Repubbliche Marinare/via Vasco de Gama (21).

In via prioritaria, invece, la Giunta Municipale del X Municipio il 20 settembre ha deciso di finanziare la manutenzione straordinaria delle seguenti strade: via D. Serradifalco, via Calvatone, via Barzanò (Bagnoletto, 625mila euro); via F. Donati (Dragona, 534mila euro); via A. Chigi (Stagni, 689mila euro); via Paolo Orlando (Ostia, 1,321 milioni di euro); via Cardinal Ginnasi, via Capitan Casella (Ostia, 1,219 milioni di euro); tratto via Mar dei Caraibi (Ostia), tratto di via di Acilia e via Prato Cornelio (Acilia, 1,046 milioni di euro). Di queste strade nel report sulla pericolosità figura solo l’incrocio via Cardinal innasi/via Vannutelli con 15 incidenti nel triennio.

Sembra incredibile – dichiara Andrea Bozzima finalmente in Commissione Lavori Pubblici siamo riusciti ad ottenere formalmente l’elenco di interventi straordinari previsto dal Campidoglio a settembre scorso su alcune strade municipali. Va ricordato che nessun consigliere ha mai potuto indicare quali fossero secondo noi gli interventi prioritari, perché non ci hanno dato modo di farlo, visto che la Delibera Capitolina non è mai stata discussa in Municipio X. Contemporaneamente però abbiamo anche ricevuto dalla Polizia Locale un elenco di strade dove si verificano più incidenti, anche per le condizioni disastrate del manto stradale. Ebbene, basta confrontare i dati per capire che sulle strade più a rischio non si interverrà. Eppure questo sarebbe stato un criterio logico e possibile, cioè rifare quelle più ammalorate. Ma il Campidoglio ha deciso autonomamente dove intervenire, salvo poi fare approvare supinamente dalla nostra Giunta decisioni calate dall’alto. Questo la dice lunga su quanto conti un Municipio e su quali limiti abbiamo come rappresentanti del popolo non essendo un Comune Autonomo, nonostante siamo i primi a conoscere e a rappresentare il nostro territorio. Viene da chiedersi: ma allora con quale criterio si sono scelte? Nessuno ce lo ha mai spiegato. Speriamo che almeno i bandi vadano in porto quanto prima. Anche perché nel frattempo stanno scadendo i fondi per la manutenzione ordinaria, cioè non abbiamo più ditte che riparano le buche e le prossime gare con i fondi stanziati nel 2019, se tutto va bene, non partiranno prima di fine aprile“.