Seguici su

Cerca nel sito

Le Rubriche di Il Faro Online - Papa & Vaticano

Papa in Marocco, migranti e dialogo interreligioso: ecco il programma definitivo del viaggio

Cambiano in parte gli appuntamenti di sabato pomeriggio; migranti e dialogo con le altre religioni i temi al centro del viaggio

Città del Vaticano – Diffuso il programma definitivo della visita del Papa in Marocco, prevista per il 30 e 31 marzo. Cambiano in parte gli appuntamenti di sabato pomeriggio.

Il 30 marzo, alle 14.00, all’arrivo all’aeroporto di Rabat-Salé il Pontefice sarà accolto da re Mohammed VI. Il monarca accompagnerà il Papa fino al salone d’onore dello scalo e offrirà latte e datteri secondo la cerimonia di accoglienza marocchina.

Alle 14.15 trasferimento in papamobile nel piazzale della Tour Hassan, dove a partire dalle 14.40 è previsto il primo incontro con il pubblico. Il re del Marocco e il Papa pronunceranno un discorso prima di recarsi al Mausoleo per l’omaggio floreale alle tombe di Mohammed V e Hassan II, rispettivamente nonno e padre dell’attuale sovrano.

Di seguito, alle 16.25 Francesco sarà ricevuto a Palazzo, dove è previsto un colloquio privato con la famiglia reale di una trentina di minuti.

Alle 17.10 ci sarà la visita all’Istituto Mohammed VI per la formazione degli imam. Le massime autorità religiose, il ministro degli affari islamici e il segretario del Consiglio degli Oulema accompagnano il Papa all’auditorio per un incontro con gli studenti.

Alle 18.10 sarà la volta della Caritas della diocesi di Rabat. L’arcivescovo di Tangeri condurrà il Papa all’incontro dei migranti. Successivamente Papa Francesco pronuncerà il suo discorso, prima di ritirarsi per il riposo. La delegazione vaticana sarà ricevuta a Palazzo per la cena offerta dal re.

Domenica 31, alle 9.30 è prevista la visita privata del Papa al servizio sociale rurale di Temara, alla periferia di Rabat, organizzato dalle figlie della Carità di San Vincenzo de’ Paoli. A partire dalle 10.35, nella Cattedrale di San Pietro ci sarà l’incontro con i preti e i religiosi della diocesi.

Da qui, il Papa pronuncerà l’Angelus domenicale. La cerimonia dura un’ora circa. Dopo il pranzo privato alla nunziatura, il Papa si trasferisce al complesso sportivo Prince Moulay Abdallah, dove alle 14.45 è prevista la messa. Cinquecento coristi arrivati da tutto il Marocco sosterranno la liturgia che si prevede conterà tra i settemila e i diecimila partecipanti.

Alla fine della messa, alle 16.30, il Pontefice lascia il complesso sportivo per dirigersi all’aeroporto in vista del volo di rientro in Italia.

(Il Faro online)