Seguici su

Cerca nel sito

“Chiamata alle Arti”, un appuntamento con la Pace

Venerdì 15 marzo l’associazione Spazi all’Arte invita a riscoprire la figura di Aldo Capitini

Prosegue sull’onda della partecipazione “Chiamata alle Arti“, il ciclo di incontri artistico culturali organizzato dall’Associazione Spazi all’Arte, presso il Te Fenua Art Space, Piazza Umberto 1 a Ostia Antica (di fronte alla Farmacia su Via dei Romagnoli). L’incontro di venerdì 15 marzo dalle ore 18:00 sarà dedicato alla Pace attraverso una contaminazione tra performance artistiche e la presentazione del libro “Aldo Capitini. La bellezza della luce” (Edizioni Efesto) con la presenza dell’autore Roberto Fantini, professore di Filosofia e Storia al Liceo, da anni è attivista volontario di Amnesty International, di cui è referente EDU per il Lazio. “Ho scoperto Capitini quasi per caso – dice Fantini – ma poi me ne sono innamorato. La lettura delle sue opere apre orizzonti meravigliosi, ancora attuali”.

“Quest’anno tra le nostre Chiamate alle Arti – afferma Daniela Taliana, presidente dell’Associazione Spazi all’Arte – non poteva mancare una contaminazione sul tema della pace, fine ultimo del nostro Statuto”. E continua: “In questa prospettiva, scoprire e far riscoprire la figura di Aldo Capitini si intreccia profondamente con il nostro lavoro artistico per una crescita culturale e sociale della comunità”.

Un invito a riscoprire il Gandhi italiano, inventore nel 1961 della Marcia per la pace e la fratellanza dei popoli tra Perugia-Assisi, promotore instancabile di iniziative nonviolente già sotto il fascismo e poi fino all’anno della morte nel 1968. Tra queste vale la pena ricordare i Centri di Orientamento Sociale subito dopo la fine della seconda guerra mondiale, la fondazione della prima Società Vegetariana Italiana nel 1952, l’impegno in difesa della scuola pubblica e degli obiettori di coscienza al servizio militare tra cui Pietro Pinna, la pubblicazione della rivista Azione nonviolenta.

“Siamo contenti che a cinquant’anni dalla sua morte finalmente la figura di Aldo Capitini travalichi spontaneamente la cerchia delle sole associazioni di settore – afferma Daniele Taurino, coordinatore dei giovani del Movimento Nonviolento, altra ‘creatura’ di Capitini -. Per questo abbiamo aderito con entusiasmo all’iniziativa promossa sul territorio da Spazi all’Arte”.

Ad arricchire la serata sarà la bellissima voce della cantante Teura Cenci accompagnata dal chitarrista Andrea Sofi e le performance artistiche degli attori Ugo Cerreti e per Essenza Teatro, Giulia Sanno e Anna Maria Marino. Ingresso libero. Appuntamento da non perdere.

L’associazione “Spazi all’Arte”

è un’associazione aperta alla partecipazione libera e volontaria di singoli artisti, cittadini e associazioni culturali di arti visive, arti applicate del X Municipio di Roma e non solo.
Il territorio del X Municipio ha un’estensione più ampia di tante altre città italiane, una popolazione che lo pone ai massimi livelli delle città più abitate, eppure non esistono spazi espositivi pubblici, luoghi di elaborazione artistica e di formazione; non esiste un auditorium né spazi per la musica.
In questa intollerabile condizione è sorto nel 2012 un movimento di artisti e cittadini che ancora oggi si pone l’obiettivo di ridisegnare un modo di operare ed esprimere l’Arte al servizio della città e che abbia come prima esigenza quella di vedersi assegnare in comodato gratuito i luoghi pubblici inutilizzati o dismessi dove sia possibile attuare i progetti e i sogni dei cittadini non omologati e non omologabili del nostro territorio.
L’Associazione Spazi all’Arte ha raccolto l’adesione di un centinaio di artisti ed una decina di Associazioni già presenti sul territorio. Una realtà Artistica, quindi, che ha realizzato in pochi anni un centinaio di eventi artistico- culturali e socialmente utili, conquistando un grande consenso di pubblico e ritagliandosi uno spazio trasversale all’interno del palcoscenico associazionistico già presente sul territorio.

(Il Faro on line)