Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Fiumicino ricorda le vittime delle mafie con un Consiglio comunale straordinario

L'Amministrazione si è impegnata a istituire uno Sportello antiusura per la legalità e il contrasto alle mafie

Fiumicino – Un Consiglio comunale straordinario in occasione della Giornata nazionale in ricordo delle vittime innocenti delle mafie. È quello che si è tenuto oggi a Fiumicino, fortemente voluto dalla delegata del sindaco alla Legalità Arcangela Galluzzo, alla presenza, oltre che degli assessori, della Presidente del Consiglio Vona e dei consiglieri comunali, anche di molti rappresentanti delle Forze dell’Ordine.

La seduta si è aperta con un minuto di silenzio in ricordo delle vittime della mafia, per poi proseguire con la lettura di tutti i nomi, circa mille, degli uomini e delle donne uccise dalla criminalità organizzata dall’Unità d’Italia a oggi.

A conclusione dell’assemblea un ordine del giorno proposto e votato all’unanimità dei presenti con cui l’Amministrazione si è impegnata a istituire uno Sportello antiusura per la legalità e il contrasto alle mafie, in sinergia con le Istituzioni interessate e a sostegno delle oltre 6700 imprese del territorio.

L’obiettivo è quello di fornire informazioni, orientamento, assistenza e prestazione di garanzia per quanti si trovano in condizioni di sovra-indebitamento, per evitare il rischio usura. Ma anche un lavoro di sensibilizzazione nelle scuole, per sviluppare una coscienza civica nei più giovani. L’odg impegna infine il Comune a costituirsi parte civile qualora emergessero gravi e evidenti casi di attività mafiosa sul territorio.

“Facciamo bene come Amministrazione – spiega il sindaco Montino – a organizzare tante iniziative sulla Legalità, la Memoria e la cultura e a portarle anche dentro alle scuole. Certi fenomeni vanno capiti e studiati, per evitare che si diffondano. Sempre con un segnale di speranza, per le nuove generazioni che devono sì conoscere la storia ma credere anche nel loro futuro. Noi siamo il primo avamposto dello Stato e abbiamo il compito di instillare la fiducia nei più giovani. Ringrazio la mia delegata alla Legalità Arcangela Galluzzo, impegnata da sempre in prima linea su queste importanti tematiche, il Segretario Generale, la dottoressa Maria Tripodi, che si occupa del rispetto delle regole e della legalità all’interno della macchina amministrativa, e tutte le Forze dell’Ordine che compiono quotidianamente un lavoro straordinario sul territorio di contrasto alla criminalità, in tutte le sue forme”.

“Oggi in tutta Italia – ha aggiunto la delegata Galluzzo – si sono letti i nomi delle vittime innocenti delle mafie: magistrati, giornalisti, uomini di scorta, civili. Sono esseri umani che noi dobbiamo ricordare ogni giorno. Oggi lo abbiamo fatto in modo simbolico anche a Fiumicino. La guardia deve essere sempre alta per rimanere un punto di riferimento certo per i nostri cittadini, per le persone belle. Anche quest’anno ripeteremo l’esperienza della Notte Bianca della Legalità, con il contributo delle associazioni del territorio e di tanti artisti, un evento a costo zero che l’anno scorso è stato premiato in Senato. Il nostro insegnamento principale deve essere quello del rispetto dell’essere umano. Rivolgo alle nuove generazioni – conclude – le parole di Peppino Impastato che disse ‘Se si insegnasse la bellezza alla gente, la si fornirebbe di un’arma contro la rassegnazione, la paura e l’omertà'”.

(Il Faro online)