Seguici su

Cerca nel sito

Erosione, Alessandri: “Straordinaria manutenzione entro il 15 Giugno 2019 per salvare la stagione”

Un fondo di 2 milioni di euro per intervenire urgentemente sulle maggiori situazioni di disagio, aspettando la realizzazione del Piano triennale.

Fiumicino – ” E’ una questione che ha un impatto dirompente”. E’ iniziato con queste parole, del sindaco Esterino Montino, l’incontro che si è svolto in aula consiliare per discutere sul problema che affligge le coste laziali, l’erosione della costa, alla  presenza dell’assessore regionale alla Tutela del territorio, Mauro Alessandri.

“Il territorio è messo a dura prova e cosi la sua economia – ha proseguito Montino prima di lasciare la parola all’assessore regionale -. Bisogna individuare priorità ed azioni concrete e di difesa della costa. Le risorse sono poche, ma è importante dare una continuità alle azioni di manutenzione straordinaria”.

” Stiamo lavorando alla realizzazione di un piano triennale (2019/2021), – ha replicato Alessandri – partendo dalle situazioni di emergenza fino ad arrivare alla realizzazione di un piano complessivo di difesa. Entro il 15 giugno 2019 l’obiettivo è chiudere gli interventi straordinari ed urgenti, per dare il via alla stagione balneare nelle migliori condizioni possibili. La Regione, per questa necessità, ha stanziato più di 2 milioni di euro.”

Il discorso dell’assessore è proseguito spiegando gli obiettivi per il prossimo triennio: “Abbiamo scelto di stare sui territori senza atteggiamenti di propaganda. Con la Delibera triennale 2019/2021, dello scorso Febbraio, si vuole stabilire una connessione tra i vari comuni. Abbiamo, prima di tutto, fatto una ricognizione d’intervento, una sorta di “fotografia” per definire le operazioni future. Oltre a questo, utilizzeremo un quadro di analisi scientifica certa.

Il protocollo d’intesa

“Nella delibera – ha proseguito Alessandri – si parla di un protocollo d’intesa, con capofila i comuni di Sabaudia e Latina. Cerchiamo di partire da questo e suggerirlo anche agli altri comuni. Serve un accordo tra regione e singole amministrazioni locali per riuscire nel progetto. Bisogna fare in modo che ci siano diversi ‘attori’ sulla difesa del litorale”.

30 milioni di stanziamenti

Il dragaggio

Siamo riusciti ad ottenere una somma di 30 milioni di euro. Con questi soldi si incentiverà l’acquisto delle attrezzature di dragaggio e si potranno raggiungere altri importanti obiettivi: rifacimento continuo delle coste, accorciando i tempi delle richieste in Regione. Inoltre, sarà richiesto che i comuni si responsabilizzino e cooperino.”

(Il Faro on line)