Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Bomba ecologica nella periferia di Fondi, la denuncia di “Fare verde” foto

Fare verde Fondi: "Chi vive e lavora in questa zona non merita tutto questo. La nostra Città non merita tutto questo. Noi dichiariamo guerra all'inciviltà!"

Fondi – “Via Ponte Perito, Via Ponte Tavolato, Via Rezzola, Via Casoni, Via Fianca, Via Pantanello: in oltre ottanta fotografie, negli scorsi giorni, abbiamo documentato la gravissima situazione registrata in queste strade della periferia sud fondana.

A seguito di alcune segnalazioni – fanno sapere, in una nota, i volontari di “Fare verde Fondi”–  ci siamo recati sul posto e verificato come “i nuovi barbari” abbiano scelto questa zona del nostro territorio per le proprie azioni.

 Siamo di fronte ad un’emergenza ambientale bella e buona, in particolar modo, in alcuni tratti delle traverse laterali di Via Ponte Perito, in direzione di Via Casoni. Sembra di essere catapultati in una discarica vera e propria, considerato che lungo gli argini dei piccoli canali abbiamo rinvenuto interi appartamenti, da abiti a materiale scolastico, da mobili a biancheria intima, elettrodomestici e addobbi natalizi. Via Pantanello è, invece, meta preferita per chi vuole disfarsi di pneumatici e copertoni, inerti e materiali di risulta. Le stradine non asfaltate sono diventate deposito di resti di eternit, in alcuni casi sfaldati e, quindi, altamente pericolosi.

 Chi ci conosce e segue le nostre iniziative – prosegue la nota – sa benissimo che nell’ambito della Conferenza “Reati ambientali nel basso Lazio, l’azione di Fare Verde a tutela del territorio” tenutasi Domenica 16 Settembre 2018, inclusa nella due giorni dal titolo “VERDE c’è tanto da FARE” ideata e promossa dai Gruppi locali di Fondi e Monte San Biagio dell’Associazione Ambientalista “Fare Verde” Onlus, abbiamo presentato ufficialmente “Dove passano i nuovi barbari”, una Mappa delle discariche abusive sul territorio della Città di Fondi.

L’idea, nata dalla collaborazione di “Fare Verde” con il Gruppo “Ripuliamo Fondi”, mira ad offrire un quadro della situazione ad Istituzioni, Forze dell’Ordine, Associazioni e Cittadini: uno spunto di riflessione, una constatazione del contesto che ci circonda, di quanto sia importante un’azione coordinata che sensibilizzi la Cittadinanza ed educhi i figli di questa nostra Città, chi qui viene a soggiornare, chi forse ha scambiato le nostre campagne per una grande pattumiera di cui poter disporre in qualsiasi momento nella più totale tranquillità e impunità.

Chi vive e lavora in questa zona non merita tutto questo. La nostra Città non merita tutto questo. “Fare Verde” – conclude la nota – dichiara guerra all’inciviltà!”

(Il Faro on line)