Seguici su

Cerca nel sito

Oxana Corso: “Urlo al mondo : sono più forte di prima”

Record sui 200 metri per l’atleta delle Fiamme Gialle. Agli Indoor di Ancona 34”14 in pista. Dopo un lungo periodo di stop, torna alle competizioni e promette di vincere ancora

Il Faro on line – E’ stato un ritorno felice in pista, quello di Oxana. La campionessa mondiale di Lione 2013 sui 200 metri si è ripresa il suo pezzo di pista. Probabilmente. Proprio così.

Agli Assoluti Italiani Indoor di Ancona, dove gli azzurri paralimpici si sono aggiudicati 17 record personali, c’è anche il suo in lista. E nei 200 metri. Un nuovo personal best italiano e appena sfiorato di nuovo il tartan. Aveva una grande voglia di risentire quelle sensazioni in gara, tradotte in tabellone con il suo 34”14. Oxana è stata lontana dalle competizioni per tanto tempo.

Le ultime medaglie internazionali vinte furono quelle di Grosseto. Nel 2016 agli Europei casalinghi la Corso vinse due argenti. Nei 100 e nei 200 metri. Dopo aver sfiorato il podio paralimpico di Rio in quest’ultima distanza. E ieri, ancora in casa ha trionfato di nuovo. Con il suo record del ritorno: “Sono passati 4 anni dalla mia ultima gara Indoor e non sono stati affatto facili – scrive la campionessa delle Fiamme Gialle su Facebook – poteva sembrare che fossi un’atleta oramai agli sgoccioli, ma oggi più che mai posso dire che, chi mi aveva data per finita si sbagliava!!! Ho dimostrato che la voglia di mettermi in gioco ancora fa parte di me e che il risultato non è affatto scontato”.

Ci saranno i Mondiali Paralimpici di Dubai a novembre e Ox vorrà sicuramente far parte della spedizione tricolore. E il desiderio di riconquistare medaglie importanti, come molto ha fatto nel passato, scava nel suo cuore: “Non bisogna mai darsi per vinti – continua a dichiarare su Facebook – lottare per ciò in cui credo mi fa sentire viva”. E combattere per raggiungere quel traguardo ha sempre contraddistinto la carriera di una delle prime atlete paralimpiche che hanno portato all’Italia allori storici e in tutto il mondo. Vinse due argenti a Londra 2012 nei 100 e nei 200 metri e sogna oggi di essere Alfiere tricolore a Tokyo 2020: “Urlo al mondo: la mia passione è tornata… sono forte più di prima”.

Parole importanti e parole che promettono un futuro radioso che vuole riconquistare. Come lei fu nel giorno del suo matrimonio. Ringrazia quindi anche Domenico Della Malva, suo marito: “Tutto questo non sarebbe potuto accadere se accanto a me non ci fosse stato il mio primo sostenitore… colui che mi ha spronata giorno dopo giorno a credere di nuovo in me stessa e nelle mie capacità… il mio fantastico Marito…!!!”. E prosegue: “Noi atleti non saremmo nulla senza chi in campo ci supporta (nel mio caso anche sopporta) durante i periodi down. Quindi un grazie gigante va al mio Coach Massimo Di Marcello…!”.

Non manca di ringraziare la sua società di appartenenza. Le Fiamme Gialle hanno due velociste in scuderia. Martina Caironi e Oxana Corso. Due campionesse che brillano nel panorama internazionale. E’ fiera la Corso : “La mia fantastica società. Sono onorata di indossare i colori gialloverdi. Li porto sempre con grande orgoglio”.