Seguici su

Cerca nel sito

8 Nazioni di karate, la Fiam vola in Irlanda del Nord

Gira il mondo la Federazione Italiana Arti Marziali. Come di consueto l’obiettivo è crescere e migliorare sul piano tecnico. Uno scambio culturale e sportivo in Europa. 7 i convocati italiani

Il Faro on line – Sta per arrivare un importante appuntamento internazionale per la Nazionale Fiam. Sabato prossimo il karate di ben 8 nazioni partecipanti si sfiderà sui tatami della Foyle Arena Stadium.

Fino ai confini del Vecchio Continente per crescere e aggiungere medaglie in bacheca. In Irlanda del Nord, i padroni di casa, insieme alla Repubblica d’Irlanda, con la Scozia, l’Inghiliterra, il Galles, la Lituania e la Romania, incontreranno proprio l’Italia che affronterà l’ennesimo esame fondamentale per testare cuore e tecnica. Sette gli azzurri convocati : Giulia Cortesi, Ciro Costanzo, Luca Leoni, Alessandro Montorsi, Francesca Pericoli, Maria Prati e Onofrio Schingaro. Tutti pronti a conquistarsi un podio in questo torneo che fa probabilmente da dirottatore verso gli Europei e i Mondiali di fine anno 2019.

Una competizione affascinante l’8 Nations Karate Championships che vede appunto la Federazione Italiana Arti Marziali non indietreggiare di fronte alla voglia di espandersi e misurarsi. Cuore di guerriero. Cuore di squadra. Ma un team deciso a dare il meglio. La delegazione tricolore è composta da Massimo Di Luigi (Presidente Fiam), Manuela Negrini (Consigliere Federale), Augusto Sambucioni (coach azzurro), Giuseppe La Barbera (arbitro).

Tutti insieme allora. Atleti e tecnici. E dirigenza. Con la passione per il karate in mente e tanti progetti futuri da sviluppare: “Un grande in bocca al lupo”. Cita il post della Fiam su Facebook. Rispetto per l’avversario e stima per i tanti karateka già iscritti.

Sabato, tutti sul tatami.