Seguici su

Cerca nel sito

Il Municipio X stanzia 36mila euro (Iva inclusa) per gli eventi estivi

Lanciato il bando Ostiadamare: in palio 36mila euro per sette eventi estivi da tenersi tra giugno e settembre 2019. Ecco dove e come

Ostia – Il X Municipio assegna 36mila euro per gli eventi estivi 2019. Le manifestazioni saranno in tutto sette e dovranno svolgersi tra gli altri a Ostia Antica, nel Chiostro del Palazzo del Governatorato ed al Parco letterario Pasolini.

Il principio che anima il bando pubblico lanciato dal X Municipio è quello del “selezionare le proposte progettuali culturali che maggiormente influiscono sul benessere e la crescita socioculturale dei cittadini e di chiunque visiti il territorio durante il periodo estivo“.

I sette eventi che l’amministrazione prevede di realizzare, suddivisi in altrettanti lotti, sono i seguenti. Serate a Ostia Antica, nel Borgo Medievale: si tratta di un programma che può spaziare da musica a teatro a incontri culturali a spettacoli per un importo di 12.000 euro. Eventi al Chiostro dal 17 giugno al 8 luglio: lo spazio interno al Palazzo del Governatorato di piazza della Stazione Vecchia farà da palco naturale agli eventi per 7.000 euro. Il terzo lotto prevede la stessa location e il medesimo importo per il periodo dal 10 al 31 luglio. Presso il Parco letterario Pasolini di via dell’Idrioscalo si propone un invito alla poesia: dotazione di 4.000 euro. Infine tre lotti sono destinati a rassegne cinematografiche o teatrali ciascuno da 2.000 euro. Ricordiamo che gli importi sono inclusi Iva al 22%. Il punteggio assegnato sarà valutato sulla base degli aspetti di qualità (70%) e del costo (30%).

Sono escluse dalle location dove tenere gli eventi il Pontile, piazza Anco Marzio e gli arenili. Probabilmente perchè il Comune di Roma intende organizzavi proprie manifestazioni da affidare a Zetema. Se così fosse sarebbe grave il fatto che la questione della colonizzazione” di spazi che sono nel cuore della città stia avvenendo senza una preventiva discussione in Consiglio municipale.

Tutte le autorizzazioni, anche riguardo all’impatto acustico ed alla agibilità degli eventuali palchi, sono a carico di associazioni e soggetti proponenti la propria candidatura a svolgere le manifestazioni. Peraltro, stante la normativa Safety e Security, sono a carico anche degli organizzatori il posizionamento delle barriere anti-intrusione e il reclutamento degli addetti alla sicurezza, aspetti molto onerosi quando si tratta di piazze e spazi pubblici.

E’ convinzione degli addetti ai lavori che la dotazione economica sia irrisoria e che gli unici eventi che potranno riscuotere interesse sono quelli interni al Palazzo del Governatorato o ai teatri, per i quali le autorizzazioni da richiedere sono meno onerose e comunque più facili da ottenere. Le proposte dovranno pervenire al X Municipio entro mezzogiorno del 18 aprile.