Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Il fratello di Salvo D’Acquisto con gli studenti per ricordare il Carabiniere eroe foto

Nel corso del Convegno sono stati presentati gli eventi del progetto “Memorial Salvo D’Acquisto: l’intramontabile giovinezza della Memoria”

Fiumicino – Nell’aula magna dell’Istituto Comprensivo del Granaretto, alla presenza di autorità, genitori e studenti, si è tenuto venerdì 25 marzo, il Convegno ” Memoriale V.B. Salvo D’Acquisto: Uomo, martire, eroe“. L’evento è stato organizzato dall’Associazione “GS Flames Gold” in collaborazione con l’associazione Alfacomunicazione; con il Centro Coni di Passoscuro; con il costituito “Comitato d’Onore”, di cui fanno parte enti nazionali e locali, tra cui: il Ministero della Difesa, l’Arma dei Carabinieri, il Coni, il Panathlon International, il Consiglio Regionale del Lazio e l’Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio.

d'acquisto
Salvo_D'Acquisto

Salvo D’Acquisto

Il vicebrigadiere Salvo D’Acquisto, che nel 1943 offrì la sua vita ai tedeschi evitando l’eccidio per rappresaglia di 22 italiani, è stato ricordato dal fratello Alessandro, che ne ha dato testimonianza coinvolgendo direttamente gli studenti presenti, nel primo degli eventi del progetto “Memorial Salvo D’Acquisto: l’intramontabile giovinezza della Memoria”, promosso dall’associazione “GS Flames Gold”.

Al tavolo degli intervenuti hanno preso la parola e reso testimonianza: il Mons. Gino Reali, Vescovo della Diocesi di Porto S.Rufina; il Mons. Tommaso Stenico; la Delegata del Presidente del Consiglio Regionale Daniele Leodori, Cons. Michela Califano; la Vice Presidente della I^ Commissione Cons. Chiara Colosimo; la Presidente del Consiglio Comunale di Fiumicino Alessandra Vona; la DS dell’ IIS ” Leonardo da Vinci” Antonella Maucioni; il Ten. Roberto Lacatena, Compagnia Carabinieri Civitavecchia, il Maestro Claudio Boccacini; e Paola Vegliantei, Presidente dell’Ancfargal.

“Un ringraziamento speciale e sincera gratitudine – afferma Carmelo Mandalari, segretario generale del GS Flames Gold – va ai ragazzi e ai loro genitori, al Preside Antonio Palcich ed ai Docenti Daniela Chiricotto, Paola Rizzuto ed a tutti i Collaboratori per l’impegno ed il calore umano che hanno dimostrato nel sostenere questa iniziativa.

“Un particolare ringraziamento – continua Mandalari – va agli ospiti intervenuti tra cui Cap. di Vascello Filippo Marini, Comandante della Capitaneria del Porto di Roma-Fiumicino; ai Comandanti della Guardia di Finanza di Fiumicino e Fiumicino-Aeroporto; al Ten, Col. Vittorio Sciammarella, Vice Comandante Gruppo Sportivo Carabinieri; al Ten. Massimo Tamorri, Coordinatore Provinciale dell’ Associazione Nazionale Carabinieri; al Col.c.a Luciano Seno, Unione Nazionale Ufficiali in congedo d’Italia; alle Rappresentative dell’ ANC di Palidoro e Roma; alla Sezione ANFI, ANPI e Marinai d’Italia di Fiumicino; al Consigliere Comunale Roberto Severini e a Fabio Nori.

Inoltre – conclude Mandalari –  un particolare ringraziamento per il supporto e il sostegno dato alla realizzazione dell’evento a Vincenzo Taurino e Angelo Perfetti del Quotidiano online “Il Faro”, media partner del progetto. Un grazie all’azienda Agricola Casale del Giglio di Latina, Main Partner del GS Flames Gold”.

salvo d'acquisto

Il progetto “Memorial Salvo D’Acquisto”

Nel corso del Convegno sono stati presentati gli eventi del progetto “Memorial Salvo D’Acquisto: l’intramontabile giovinezza della Memoria”

1. Concorso letterario con tema “L’intramontabile giovinezza della Memoria”, riservato agli studenti delle Scuole primarie (5^ elementare) e degli Istituti scolastici di 1° e 2° grado del Comune di Fiumicino, il quale, sarà avviato nel mese di Aprile 2019 e terminerà nel mese di Giugno 2019.
Un’apposita Commissione valuterà gli elaborati pervenuti, designando 2 vincitori per ogni grado scolastico (2 per le elementari, 2 per le medie e 2 per le superiori). Ai vincitori sarà consegnata una borsa di studio ed agli Istituti scolastici vincitori del materiale didattico, nella giornata del 23 Settembre 2019, durante le celebrazioni solenni in memoria dell’eroe Salvo D’Acquisto, in località Palidoro.

2. 14.09.2019 – Quadrangolare amatoriale “ Memorial Salvo D’Acquisto” di calcio a5/a11, con la partecipazione di squadre militari, polizie civili e/o della società civile, presso l’impianto sportivo di Palidoro o di Aranova;

3. 21.09.2019 – Torneo amatoriale “ Memorial Salvo D’Acquisto” di pallavolo maschile e femminile under 14-16, per gli studenti degli Istituti scolastici del comune di Fiumicino, che si terrà presso l’impianto sportivo del Centro Coni di Passoscuro. Le squadre vincitrici dei Tornei predetti (1, 2 e 3 posto) saranno premiati nella giornata del 23 settembre durante le celebrazioni solenni in memoria dell’eroe Salvo D’ Acquisto, in località Palidoro.

Il Vice Brigadiere dei Carabinieri Salvo D’Acquisto

Medaglia d’Oro al Valor Militare, nacque a Napoli il 15 ottobre 1920, primogenito di cinque figli, da una famiglia profondamente cristiana. Maturò la sua personalità alla scuola dei Salesiani e si arruolò volontario nell’Arma dei Carabinieri il 15 agosto 1939, frequentando la Scuola Allievi fino al 15 gennaio 1940. Mobilitato con la 608^ Sezione Carabinieri, sbarcò a Tripoli il 23 novembre successivo. Tornato in Patria, il 13 settembre 1942 fu aggregato alla Scuola Centrale Carabinieri di Firenze per frequentare il corso accelerato per la promozione a Vice Brigadiere, grado che conseguì il 15 dicembre successivo. Una settimana dopo venne destinato alla stazione di Torrimpietra, borgata a 30 km da Roma. Fulgido esempio di attaccamento al dovere, testimoniò l’amore verso il prossimo secondo la volontà di Dio, offrendosi, senza esitazione alcuna, “vittima innocente”, per salvare la vita ai 22 ostaggi sul punto di essere trucidati per rappresaglia. Salvo venne fucilato dai tedeschi in località Torre di Palidoro il 23 settembre 1943. Testimonianza estrema ispirata e sostenuta dalla Fede e dalla Carità di Cristo. Il 9 aprile 1983 il Santo Padre, rivolgendosi agli Allievi Carabinieri di Roma, lo definì “..luminoso esempio di abnegazione e di sacrificio”, oramai ricordato e venerato da tutti i Carabinieri come “Martire della Carità”.