Seguici su

Cerca nel sito

Roma, Berlusconi: “Abbiamo creato il centro destra in Italia ora, creiamolo in Europa”

Il Cavaliere: "Opposizione senza sconti alla dannosa politica economica e sociale dell'attuale Governo giallo-verde"

Roma Città Metropolitana – Il Presidente del partito azzurro, Silvio Berlusconi, alle ore 12.00 di oggi (video – clicca qui) si è ritrovato con i propri militanti, parlamentari, assessoriconsiglieri e coordinatori regionali, provinciali e locali, presso il Palazzo dei congressi nel quartiere Eur di Roma, dove era in atto l’Assemblea Nazionale di Forza Italia che festeggiava 25 anni dalla sua nascita, per fare il suo intervento pubblico.

Nella sua relazione ha ripercorso sinteticamente le varie tappe che Forza Italia ha costruito in 25 anni, fin dalla scesa in campo nel 1994, evidenziando da subito che il partito azzurro ha avuto in passato, ha nel presente e avrà nel futuro, sempre un ruolo centrale nello sviluppo di un’area moderata di Centro Destra.

Ha voluto ricordare, come 25 anni fa, per non lasciare in mano alla sinistra le sorti del Paese, scese in piazza coinvolgendo le aree moderate dell’Italia per creare un centro destra che potesse creare sviluppo e crescita per la Nazione.

“Il Governo attuale – dichiara Berlusconi dal palco –  non ha idee di sviluppo per il Paese, dove servono, innanzitutto, infrastrutture, meno tasse, lavoro, sicurezza e tutela della Famiglia. Salvini è illuso da un bravo Di Maio, che ha imparato a comunicare in modo strategico. Lascia al suo collega la ribalta delle telecamere, mentre – afferma Berlusconi -, il vero manovratore di Governo è il giovane pentastellato, il quale decide per le cose importanti della Nazione. Inoltre, Salvini dovrebbe essere più attento – continua il Presidente di Forza Italia -, perché laddove dichiara di rispettare i contratti, puntualizzando sempre quello di Governo sottoscritto con il M5S, deve ricordare che il primo contratto che ha firmato è quello relativo al programma di centro destra con il quale ci siamo presentati uniti alle ultime politiche tenutesi lo scorso anno e che racchiude molte azioni che questo Governo non potrà mai realizzare. Ecco, quindi, che occorre mettere in atto un’opposizione senza sconti alla dannosa politica economica e sociale dell’attuale Governo giallo-verde.”

Poi, in previsione delle imminenti Elezioni Europee, rimarca l’importanza per Forza Italia di far parte del PPE, gruppo politico che racchiude i moderati del vecchio continente. “PPE – aggiunge il Cavaliere – che dovrebbe guardarsi anche dal creare alleanze con l’area socialista di sinistra.”

“Sono da sempre convinto – prosegue Berlusconi – che la missione del PPE, sia quella di puntare ad aggregare tutte le forze liberali e democratiche alternative alla sinistra. Non farlo, avvantaggia i nostri avversari e indebolisce il nostro progetto riformatore dell’Europa.”

E prima di disquisire in merito ai 5 punti del programma di Forza Italia che prevede la realizzazione dell’equazione dello sviluppo e del benessere in Europa, con l’obiettivo di aggregare tutte le forze moderate occidentali, inclusa la Russia che il “Cavaliere” considera una potenza indispensabile per lo sviluppo Europeo, si sofferma sul principio di Democrazia Liberale che Forza Italia ha, sin dalla sua nascita, rappresentato nella nostra Nazione.

“Con determinazione e consapevolezza data dai fatti – così si esprime Berlusconi – spetta a noi la paternità del processo di conservazione e di continuità delle tradizioni cristiane e della cultura liberale; la rappresentanza di un’economia liberale e del libero mercato; il sostegno all’impresa e alle libere professioni e per finire, sottolineo come Forza Italia sia stata da sempre il paladino del Garantismo Giudiziario e del giusto processo.”

In sintesi, il Presidente del partito azzurro, ha voluto rivendicare a distanza di 25 anni dalla nascita del movimento che rappresenta, come Forza Italia sia la spina dorsale della democrazia Liberale nel “Bel Paese“.

Fatte le dovute premesse, il Cavaliere fissa un punto importante riguardo le elezioni Europee. “Nell’era globale – afferma Berlusconi – la politica internazionale è a tutti gli effetti politica interna, al pari della politica nazionale. Da qui l’importanza delle elezioni Europee per i destini immediati e futuri del nostro Paese e dei Cittadini italiani.”

“Forza Italia – aggiunge il Cavaliere – si è prefissa di realizzare un programma ben definito che tocca cinque punti fondamentali per creare  sviluppo e benessere in Europa, nella quale, lo stesso Berlusconi, vuole esserci da protagonista in qualità di Parlamentare attraverso il PPE, per mettere a disposizione di questo partito Popolare Europeo, la sua esperienza e le sue relazioni internazionali.”

“Per guidare l’Europa verso un futuro migliore – conclude Berlusconi – la ‘ricetta’ proposta da Forza Italia, si racchiude in cinque semplici ma, fondamentali, punti:

  • Meno Tasse – per imprese, lavoro, famiglia, partite IVA;
  • Meno Stato – riorganizzazione della macchina burocratica e privatizzazione degli Enti Pubblici;
  • Più giustizia – riforma della Giustizia per assicurare il diritto ad un giusto processo;
  • Più aiuto a chi ha bisogno – pensione minima a 1.000 euro per 13 mensilità; pensione alle mamme; medicina sociale (odontoiatria ed oftalmologia); forte incentivo per l’assunzione dei giovani e per l’inserimento dei disabili; Implementazione delal prevenzione sanitaria; Codice di difesa dei diritti delle donne; Codice a tutela dei diritti degli animali;
  • Più sicurezza per tutti – trattati con Libia e altri Paesi costieri per impedire gli imbarchi e trattati con i Paesi di origine dei migranti per il rimpatrio degli stessi; Carabinieri e poliziotti di quartiere, militari nelle vie delle città.

(Il Faro on line)