Seguici su

Cerca nel sito

Europei, l’Italkarate in Spagna con otto medaglie al collo foto

Un oro, 3 argenti e 4 bronzi. Il bottino continentale a Guadalajara. Busà ha scritto la storia con il quinto oro europeo

Il Faro on line – Sono salite a 8 le medaglie dell’Italkarate a Guadalajara.

Nella prima giornata di finali, Silvia Semeraro si è messa il bronzo al collo ne combattimento individuale femminile battendo la campionessa mondiale del 2016, seguita da uno splendido Luigi Busà che ha fatto cinquina d’oro In Europa, superando l’immenso Rafael Aghayev. Le ragazze del kumite femminile (Silvia Semeraro, Laura Pasqua, Clio Ferracuti e Lorena Busà) sono salite sul terzo gradino nella gara a squadre, superando una forte Croazia.

Anche Mattia Busato ha fatto lo stesso nel suo kata individuale. Terzo posto. Quinta volta nel Vecchio Continente anche per lui. Viviana Bottaro ha dovuto arrendersi alla Sanchez, premiata dai giudici con il punteggio di 3 a 2. E la plurimedagliata tricolore ha ottenuto l’argento.

In seguito, Angelo Crescenzo ha conquistato un argento sul tatami centrale. Ha dato tutto il campione mondiale di kumite dei 60 chilogrammi. Solo al termine dei tre minuti della finale ha conquistato quell’unico punto, che tuttavia, non è servito a ribaltare la situazione e a prendersi l’oro continentale.

Nella seconda e ultima giornata di finali in programma, l’Italia ha aggiunto due allori. Sono scese sul tatami le squadre di kata. Le ragazze azzurre hanno ottenuto un argento con le eterne rivali spagnole. Tuttavia, Michela Pezzetti, Carola Casale e Terryana D’Onofrio hanno aumentato in bacheca le medaglie tricolori. La squadra maschile di kata invece ha vinto la propria finale. Un bronzo per Alessandro Iodice, Giuseppe Panagia e Gianluca Gallo.

Un Europeo da ricordare questo appena concluso. Ancora una volta. L’Italia si è dimostrata grande tra le grandi. Quarta nel medagliere finale. E con la forza per puntare in alto, destinazione Olimpiadi.

Foto : Fijlkam