Seguici su

Cerca nel sito

Ponte della Scafa e viadotto dell’Aeroporto, il punto sui lavori fotogallery

Progetti ancora in fase di elaborazione, tempi quasi del tutto sconosciuti

Fiumicino – Sono centinaia i cittadini che ogni giorno percorrono il ponte della Scafa, divenuto di competenza di Anas lo scorso 21 gennaio, e il viadotto dell’Aeroporto. Due collegamenti importanti per il territorio, negli ultimi mesi al centro di dibattiti politici e tecnici circa la stabilità e la sicurezza delle due strutture.

Dai diversi sopralluoghi è emersa la necessità di interventi urgenti e di manutenzione straordinaria su entrambi i cavalcavia. Il Faro online ha cercato di sapere da fonti interne all’Anas cosa sta accadendo e a che punti sono i lavori. I progetti sono ancora in fase di elaborazione, i tempi di realizzazione quasi del tutto ignoti.

Il ponte della Scafa

Col passaggio ad Anas, la società ha pianificato per il ponte della Scafa una serie di interventi di manutenzione programmata.

“Tra questi – fa sapere Anas, contattata da Il Faro online -, rientra l’intervento di ristrutturazione del ponte della Scafa, per un investimento di circa 3 milioni di euro, per il quale è in fase di avvio la progettazione”.

“Considerati i tempi minimi di progettazione, approvazione e appalto, l’esecuzione di questi lavori è al momento prevedibile nel 2020. L’intervento riguarda, in particolare, il rifacimento dell’impalcato”, prosegue Anas.

E sui tempi di realizzazione precisa: “Il tempo di esecuzione e il relativo cronoprogramma saranno disponibili dopo il completamento della progettazione. In ogni caso si stima un periodo totale di circa 5 mesi per l’esecuzione dei lavori, con un tempo di chiusura ridotto”.

Anas ha inoltre previsto interventi di risanamento del piano viabile per circa 1 milione di euro lungo tutta la SS 296 (via della Scafa).

Non solo. Da parte del Comune di Roma – sotto cui ricade la giurisdizione del ponte della Scafa – è prevista, anche con finanziamento regionale, “la realizzazione di un nuovo ponte“. Un’opera nuova, non di competenza di Anas, che collegherà le due sponde del Tevere. Anche in questo caso, i tempi di realizzazione sono ancora sconosciuti, in quanto il progetto è ancora in fase di elaborazione.

Il viadotto dell’aeroporto

Tutt’altra storia, invece, per quanto riguarda il viadotto dell’Aeroporto, per il quale è prevista la demolizione e ricostruzione. Un allarme lanciato oltre due anni fa da un articolo-inchiesta del Faro on line (leggi qui) e che ha poi trovato riscontro in una nota dei Vigili del Fuoco, specificatamente per il viadotto, arrivata in Regione e all’Astral.

Per il viadotto è previsto un investimento pari a 11 milioni di euro, per il quale, tuttavia, bisognerà attendere ancora diversi mesi. Astral, infatti, come fa sapere l’Anas, “sta redigendo il progetto esecutivo, oltre al progetto della viabilità alternativa che garantirà il transito durante i lavori”. I tempi? Ancora sconosciuti.

(Il Faro online)