Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Lazio-Udinese, altra sfida per non perdere di vista il quarto posto

S. Inzaghi: "Abbiamo l’obbligo di mettercela tutta, di crederci, ho dei ragazzi maturi, i giochi sono ancora aperti per il quarto posto"

Roma – La lazio si appresta ad affrontare l’Udinese, questa sera alle ore 19.00 allo Stadio Olimpico nella Capitale, per il recupero del turno di campionato.

E’ l’ennesima occasione per tornare in corsa con il gruppo che si contende il quarto posto.

Romulo sembra dover scendere in campo sulla fascia destra a centrocampo e Caicedo dovrebbe far coppia con Immobile.

Una partita da vincere senza “se” e senza “ma”, se si vuole ancora sperare di ambire a quello che rimane l’unico piazzamento possibile per la Champions League, visto che l’Inter sembra aver preso il largo.

Le dichiarazioni degli allenatori nel pre-partita

 

InzaghiSimone_4S. Inzaghi – “Il mio sogno da allenatore sarebbe quello di poter recriminare solo su noi stessi e sui nostri errori in campo. L’anno scorso abbiamo recriminato tanto, quest’anno sta succedendo lo stesso e spesso per altri fattori – riferito agli arbitraggi -. “Rocchi – prosegue Inzaghi – è un ottimo arbitro importante, in ascesa. Ma io devo concentrarmi sulla squadra e sui miei giocatori. E penso solo all’Udinese. Abbiamo l’obbligo di mettercela tutta, di crederci, ho dei ragazzi maturi, i giochi sono ancora aperti. Un anno fa abbiamo perso la Champions nel quarto d’ora finale dell’ultima gara, ora ci sono ancora tante partit”

 

TudorTudor – “Affronteremo una squadra che gioca bene il cui gioco mi piace tanto. Noi veniamo da una buona partita con la Roma e per me è importante che i ragazzi scendano in campo con la voglia di fare gol.  Le nostre prestazioni non sono mai fini a se stesse, siamo infatti consapevoli che dobbiamo unire un buon gioco al fatto di fare punti. Ci sono tanti fattori che influiscono sul risultato. Il gol segnato dalla Roma è stato il risultato di un fraintendimento in difesa, un dettaglio che ha deciso la partita.  I dettagli sono importanti e a volte si può anche sbagliare, ma l’importante è imparare dagli errori commessi. Io ho sempre sostenuto che mi piacerebbe avere un po’ di tempo in più da dedicare ai miei ragazzi, per cercare di trasmettere loro una maggiore intensità. Abbiamo sempre qualche giocatore che ritorna dagli infortuni e questo è uno dei fattori che influenzano le nostre prestazioni. La Lazio è una squadra che gioca un bel calcio, ha un buon stile di gioco, con tanti straordinari giocatori che posseggono un buon tiro e vanno spesso alla conclusione”

 

Probabili formazioni

Lazio (3-5-2): Strakosha; Patric, Acerbi, Radu; Romulo, Parolo, Lucas Leiva, Milinkovic Savic, Lulic; Caicedo, Immobile.
A disp.: Proto, Guerrieri, Luiz Felipe, Bastos, Wallace, Zitelli, Badelj, Cataldi, Jordao, Lulic, Neto, Capanni.

All. Simone Inzaghi

Udinese (3-5-2): Musso; De Maio, Troost-Ekong, Samir; Stryger Larsen, Fofana, Sandro, De Paul, Zeegelaar; Okaka, Lasagna.
A disp.: Nicolas, Perisan, Nuytinck, Wilmot, Badu, D’Alessandro, Hallfredsson, Mandragora, Ingelsson, Micin, Teodorczyk.

All. Tudor

 

(IL Faro on line)