Seguici su

Cerca nel sito

Fiumicino, lavori in via Coni Zugna: ecco come sarà la nuova scuola foto

12 aule, ma anche laboratori e nuovi locali per un territorio in costante espansione demografica.

Fiumicino – Sono iniziati la mattina del 18 aprile scorso i lavori di demolizione in via Coni Zugna per la preparazione dell’area in cui sorgerà il nuovo plesso scolastico dell’Istituto Comprensivo “Porto Romano” con 12 nuove aule: 6 per i bimbi della materna e 6 per quelli delle elementari.

I lavori del cantiere sono partiti dalla demolizione della tettoia in cemento armato della scuola e del vecchio campo da basket: l’area, così ripulita, sarà pronta per la gettata delle fondamenta dei nuovi spazi. Un progetto che l’Amministrazione comunale – come anticipato dal Faro on line – aveva già in cantiere nel novembre del 2017 (leggi qui).

All’epoca l’iter amministrativo era fermo all’approvazione da parte del Genio Civile, a seguito del quale si sarebbe potuti andare in gara d’appalto, perchè tutti i pareri necessari e le relative autorizzazioni erano già state ottenute.

Come sarà la scuola di via Coni Zugna

Ora i lavori hanno preso il via, secondo il progetto esecutivo che prevede la costruzione di nuove aule, ma anche di laboratori e locali di servizio.

picture

La nuova struttura sarà alta circa 7 metri e mezzo e svilupperà una superficie – a lordo delle murature – di 750,00 metri quadri.

“Il nuovo plesso  – precisa l’assessore ai Lavori Pubblici Angelo Caroccia – avrà due piani, ospiterà 6 aule, da 52 mq ciascuna, su ogni piano, sarà dotato di bagni e di locali di servizio per il personale, avrà un’aula di 50 mq destinata alle attività libere (laboratori di ceramica, pittura, musica, ecc), spazi comuni e un vasto atrio di circa 130 mq. La nuova struttura sarà collegata all’edificio principale per consentire agli alunni di utilizzare le sale comuni, la mensa, la biblioteca, la palestra e il teatro”.

Inoltre l’edificio sarà realizzato nel pieno rispetto della normativa sull’abbattimento delle barriere architettoniche e sul risparmio energetico, facendo ricorso anche all’esecuzioni di impianti ad energia rinnovabile per quanto riguarda il riscaldamento dell’acqua sanitaria e la produzione di energia elettrica.

Tutti gli ambienti saranno dotati di controsoffitto fonoassorbente per contenere il rumore dovuto al vociare dei bambini. L’edificio inoltre avrà caratteristiche architettoniche che si andranno ad armonizzare con le strutture pre-esistenti e sarà tinteggiato in colori pastello

In occasione dei lavori, che avranno un costo di circa 2 milioni di euro ( per l’esattezza 1.820.000 euro) e una durata di circa 16 mesi, verrà inoltre modificato l’accesso alle sezioni della materna: i più piccoli infatti non condivideranno più l’entrata con gli alunni della primaria, ma avranno ciascuno un ingresso dedicato.

“L’ingresso della primaria – continua Caroccia – sarà protetto da una tettoia di adeguate dimensioni che faciliterà l’ingresso e l’uscita degli alunni in caso di pioggia. Inoltre tutta la parte esterna verrà risistemata, con la piantumazione di nuove alberature, la sistemazione delle aiuole e mediante la realizzazione di adeguate pavimentazioni e giochi per bambini“.