Seguici su

Cerca nel sito

Festa di Santa Caterina, inviata ai 950 parlamentari la “Preghiera per l’Italia”

Il presidente Palmisano: "Un invito ai nostri legislatori affinché assumano la responsabilità di fronte a Dio delle loro azioni, non tradendo mai le aspettative del popolo italiano"

Milano – In occasione dell’80mo anniversario della proclamazione di santa Caterina Patrona d’Italia, il movimento Laici & Cristiani, in una nota diffusa dal presidente Marco Palmisano, segnala l’invio a tutti i Deputati e i Senatori italiani di una Preghiera per l’Italia appositamente fatta redigere e benedire dalle Suore di clausura domenicane.

Così oggi, 29 aprile, giorno di Santa Caterina, il testo della Preghiera verrà inviato via mail a tutte le caselle di posta dei 950 parlamentari italiani, con allegata l’immagine della santa senese, la locandina contenente i Dieci Comandamenti e l’invito alla lettura personale o a gruppi.

“La nostra iniziativa – afferma Marco Palmisano, presidente del Movimento Laici & Cristiani – è un invito ai nostri legislatori affinché assumano con tale gesto la responsabilità di fronte a Dio delle loro azioni, non tradendo mai le aspettative del popolo italiano, per un presente di pace, di lavoro e di concordia sociale”.

Di seguito, il testo della preghiera:

A te Santa Caterina Patrona d’Italia ricorriamo con suppliche accorate per le sorti di questa nostra Nazione di cui sei sicura protettrice.
A te chiediamo soprattutto pace e concordia per il popolo italiano da te tanto amato, pregandoti di intercedere presso il Signore Gesù affinché lavoro e prosperità non manchino mai al nostro amato paese.
In special modo, o Santa Caterina, te lo chiediamo per i giovani, per tutti i disoccupati, per gli ammalati e per le famiglie italiane che faticano a vivere con onestà e sobrietà in questa terra benedetta da Dio.
Orsù dunque, santa Patrona d’Italia, insieme a San Francesco nostro, ottienici dal Signore quanto richiesto, essendo che non si è mai udito che non venga esaudito chi a Lui ricorre con fede sincera. 
E noi, legislatori di questa Nazione, in pegno del premio promesso, ti offriamo ogni nostro impegno per il rispetto della legge di Dio, a favore del bene nostro e di tutto il popolo italiano. (Si meditano i Dieci Comandamenti).
Sia gloria al Padre al Figlio e allo Spirito Santo, come era in principio ora e sempre, nei secoli dei secoli. E così sia.

(Il Faro online)