Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Lazio, con l’Atalanta categorico vincere per sperare ancora nel quarto posto

Due partite in 10 giorni tra i biancocelesti e i neroazzurri: in gioco c'è il quarto posto in campionato e la finale di Coppa Italia

Roma – Lazio ed Atalanta si incontreranno oggi allo Stadio Olimpico della Capitale nel Match di Campionato della 35esima partita di ritorno. E’ la prima delle due gare che vedrà i biancocelesti e i neroazzurri darsi battaglia per qualcosa che conta, oggi e il 15 di maggio: in campionato, la partita odierna in programma alle 15.00, vale per la qualificazione alla prossima Champions League, dove in vantaggio è, attualmente, l’Atalanta visto che occupa in solitario il quarto posto; mentre l’altra gara, specialmente, per i biancocelesti, sarebbe vitale vincerla e aggiudicarsi la Coppa Italia, che varrebbe doppio come traguardo, nel caso non riuscissero a piazzarsi in uno dei posti utili in campionato tra Champions e Europa League.

Come sappiamo la vittoria della Coppa Italia che si giocherà sempre allo Stadio Olimpico della Capitale, permette alla vincente, di diritto, di entrare nella fase a gironi della Coppa Europea.

Due partite, insomma, che hanno il sapore entrambe di finali. Lazio e Atalanta, nella gara odierna, devono fare i conti tutte e due con i numeri e un occhio alla classifica. Ci sono 5 squadre in cinque punti (Atalanta 59, Roma 58, Torino 57, Milan 56, Lazio 55) e se il campionato finisse alla data attuale, Milan e Lazio sarebbero fuori dalla qualificazione alla Coppa Europea. Mentre, l’Atalanta seguirebbe in Champions League Juve, Napoli, Inter e Roma e Torino andrebbero alla fase a gironi di Europa League.

Ma, proprio perché i punti che dividono le cinque squadre su citate sono minimi, è legittimo che Mister Inzaghi ed i suoi ragazzi sperino di poter agganciare ancora il quarto posto e per farlo dovranno però, mettere in campo tutto quello che di  buono ci hanno fatto vedere nelle due ultime gare e nelle gare precedenti in campionato con Inter e Roma. La Lazio ha i numeri per poter competere con le squadre che la precedono, anche se la realtà attuale dice che è in ritardo rispetto a le sue contendenti in campionato.

Le dichiarazioni degli allenatori nel pre-gara

 

InzaghiSimone_4S. Inzaghi – “Non sarà importante, ma importantissima per la nostra corsa verso l’Europa. Affronteremo con rispetto una squadra forte, consapevoli di essere anche noi forti. Possiamo vincerle tutte, compresa questa con l’Atalanta. Siamo ai primi di maggio, ci stiamo giocando tutto. In Europa League siamo arrivati tra gennaio e febbraio, nel doppio confronto col Siviglia, con i giocatori contati.

Ma, per l’ennesimo anno ci giochiamo un posto Champions, siamo in finale di Coppa Italia per la seconda volta in tre anni. Siamo ai vertici, ma si può sempre migliorare. Potevamo fare qualcosa in più, abbiamo avuto dei rallentamenti. Due anni fa l’Atalanta ci scavalcò al quarto posto all’ultima giornata, l’anno scorso siamo stati quarti fino alla fine prima del sorpasso dall’Inter. Ce la stiamo giocando con squadre forse superiori, ma stiamo dimostrando di non essere inferiori a nessuno. I tre attaccanti mi stanno soddisfacendo in pieno. Immobile non sta segnando come in passato, ma sta dando tanto.

Correa è sempre decisivo, Caicedo è generoso e sta avendo la media realizzativa migliore. Manca la rifinitura, dovrò valutare e scegliere. Papu Gomez è pericoloso, così come Ilicic e Zapata. Sono forti, dovremo affrontarli con coraggio e convinzione. Servirà un’ottima prestazione, contro una squadra che ha certezza e che lavora da tempo con lo stesso allenatore. Vengono da una striscia di risultati positivi, ma troveranno una Lazio preparata. Gasperini lo stimo, è molto bravo. Ha dato una grande organizzazione alla squadra. Da tre anni stiamo facendo bene, ora ci giocheremo questa volata per l’Europa e la finale di Coppa Italia.”

GasperiniGasperini – “Con la classifica così corta sarà una gara molto importante per questo finale di stagione, la prima di un mini-campionato di quattro gare. Nella nostra zona di classifica è un campionato appassionante e imprevedibile. La partita va preparata sotto tutti gli aspetti, la cosa più importante è giocare. I traguardi sono tutti raggiungibili, sono cose che ormai diciamo da settimane. La squadra che temo di più? Domani (oggi ndr) temo la Lazio, per il campionato conteranno tutte le partite da qui alla fine.

Conta sempre l’avversario. Abbiamo un piccolo vantaggio rispetto agli altri: se non sbagliamo, per le squadre che corrono è impossibile raggiungerci. Dobbiamo mettere tutte le energie sulla nostra gara: se facciamo bene le nostre partite, non dobbiamo guardare i risultati delle altre. Il campionato è difficile, tra la Champions e l’Europa League ci potranno essere due o tre punti. Si passa da niente al massimo. Di fatto è difficilissimo per tutte, ho visto che in queste giornate non è semplice. Se siamo tutte lì l’equilibrio è altissimo. Tutte giocano, è l’aspetto positivo, anche quelle che non hanno un obiettivo determinante.

Le probabili formazioni

 

SS LAZIOLAZIO (3-5-2): Strakosha; Luiz Felipe, Acerbi, Bastos; Romulo, Parolo, Leiva, Luis Alberto, Marusic; Caicedo, Immobile.

A disposizione: Proto, Guerrieri, Durmisi, Wallace, Patric, Badelj, Cataldi, Bruno Jordao, Correa, Pedro Neto.

Allenatore: Simone Inzaghi.

Bandiera AtalantaATALANTA (3-4-2-1): Gollini; Mancini, Palomino, Masiello; Hateboer, Freuler, De Roon, Castagne; Ilicic, Gomez; Zapata.

A disposizione: Berisha, Rossi, Gosens, Ibanez, Djimsiti, Reca, Colpani, Pasalic, Pessina, Del Prato, Piccoli.

Allenatore: Gian Piero Gasperini.

(Il Faro on line)