Seguici su

Cerca nel sito

Traffico di droga del clan Spada nel casertano: sette arresti

In manette tra gli altri Armando e Kristian Spada: vicini al clan di Ostia, sono accusati di controllare lo spaccio di stupefacenti nel casertano

Più informazioni su

Capua – Operazione dei carabinieri contro il traffico e lo spaccio di stupefacenti: sei arrestati e tra loro anche due componenti della famiglia Spada. Si tratta di Armando Spada, 28 anni, cugino di Roberto, in carcere per la testata al giornalista di “NemoDaniele Piervincenzi, e di Kristian Spada, 23 anni.

Per gli investigatori gestivano un piazza di spaccio a Pietramelara, nel Casertano, sfruttando l’appartenenza ad una delle famiglie di nomadi stanziali più note d’Italia, gli Spada, ritenuti dalla Dda romana i controllori degli affari illeciti nel quartiere romano di Ostia.

Armando Spada è stato arrestato insieme ad altre sei persone nell’ambito di un’operazione dei carabinieri di Capua, coordinata dalla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere: con Armando, portato in carcere con altri due indagati, è finito in manette anche un altro parente, il 23enne Kristian Spada.

Da tempo gli Spada – accusano gli inquirenti – controllavano lo spaccio di marijuana, hashish e cocaina, a Pietramelara, comune del Casertano dove sono stanziati da anni, e avrebbero impiegato anche minori per vendere.

I carabinieri hanno sequestrato anche 26mila euro, ritenuto provento della vendita di droga; di questi, oltre 11mila sarebbero riconducibili proprio ad Armando Spada; si rifornivano – è emerso – dal pusher di Caivano (Napoli) Francesco D’Angelo, anch’egli finito in carcere. I carabinieri hanno smantellato anche un’altra piazza a Piedimonte Matese. Nel corso delle indagini, molti giovani sono stati segnalati alla prefettura di Caserta come assuntori.

Più informazioni su